The news is by your side.

San Giovanni Teatino, prosegue la pulizia fossi consortili, nel 2019 puliti quasi duemila metri lineari sul territorio

Chieti. Prosegue senza sosta l’attività di monitoraggio e manutenzione del territorio comunale da parte dell’amministrazione Marinucci a San Giovanni Teatino: nel 2019 sono stati nove i tratti di fossi consortili interessati da interventi di pulizia da parte di idonea ditta affidataria, per un totale di 1978,00 metri lineari. Per l’anno in corso le operazioni di monitoraggio e pulizia proseguiranno,
per evitare possibili allagamenti ed esondazioni in caso di abbondanti piogge.

“Il nostro territorio comunale”, ha spiegato il sindaco Luciano Marinucci, “E’attraversato da diversi canali consortili che hanno la funzione di raccogliere le acque meteoriche e di convogliarle nel fiume Pescara. La presenza di erbacce e arbusti può comportare il ristagno di acque, mentre l’occlusione dei fossi può determinare gravi problemi in caso di piogge abbondanti. Ecco perché la mia amministrazione è sempre attenta al monitoraggio dei fossi, in modo da provvedere a idonea pulizia nei tratti più critici e urgenti”.

“Anche per il 2020”, ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla gestione e alla manutenzione del Patrimonio Comunale, Giorgio Di Clemente, “Proseguiremo sulla strada del monitoraggio e della manutenzione delle aree maggiormente a rischio, provvedendo alla pulizia dei fossi consortili ricadenti nel territorio comunale che presentano maggiori criticità. Mi preme ricordare che
la pulizia dei fossi consente di evitare l’80% degli allagamenti che potrebbero verificarsi a causa di piogge abbondanti. Anche in questo, come in altri casi, la collaborazione dei cittadini è importantissima: invitiamo quindi i proprietari dei terreni a provvedere alla bonifica dei fossi privati, in modo da potenziare i risultati degli interventi sul territorio comunale”.

Nel 2019 gli interventi sono stati effettuati in due lotti. Nel primo lotto sono stati ripuliti il Fosso Consortile n. 20 “San Leonardo”, per ml 216,00; il Fosso Consortile n. 21 bis “Formanera 1”, per ml 105,00; il Fosso Consortile n. 22 “Formanera”, per metri lineari 574,00; il Fosso stradale “Via Adige”, per metri lineari 83,00; il Fosso Consortile n. 19 “Dragonara”, per ml 50,00. Per quanto riguarda il secondo lotto, sono stati sottoposti a operazioni di pulizia il Fosso Consortile n. 23 “San Giovanni Teatino”, per ml 275,00; il Fosso Consortile n. 24 “Acquaviva”, per un totale di ml 200,00; un secondo tratto del Fosso Consortile n. 24 “Acquaviva”, per complessivi ml 234,00; il Fosso Consortile n. 21 “S. Antonio”, per totali ml 241,00.