The news is by your side.

Sanità, Paolucci (Pd) replica al manager della Asl: delibere fondi revocati e promesse disattese, questa è la sola verità

"Non ho bisogno di alcuna smentita, le mie affermazioni sono negli atti nero su bianco"

Chieti. “Non ho bisogno di alcuna smentita dal manager Asl Schael, per conoscere la verità dovrebbe solo leggere le carte, le mie affermazioni sono contenuti negli atti, nero su bianco”. Ribatte così, in una nota, il capogruppo del Partito democratico in Regione Abruzzo, Silvio Paolucci, alla replica della Asl.

“In ragione del cambio di programmazione frutto di due delibere di giunta e delle due autorizzazioni  del sindaco e della Regione ambedue del 2018″, sottolinea Paolucci, “l’angiografo era destinato a Vasto oltre che a Lanciano e, come già precisato, il percorso era stato individuato con l’attuale direttore del Dipartimento cardiologico e dal dottor Leonzio”.

“Quindi respingo al mittente qualsiasi tentativo di lezione del direttore che ha omesso persino di ricordare (ma lo sa?) che il sindaco di Vasto ha autorizzato la sala di emodinamica a Vasto”, prosegue, “ma per averne cognizione basta ricordare agli atti prodotti in merito da vari enti. Schael è il Direttore della Asl non il componente agenas del travolo di monitoraggio. Ma in realtà risponde a me perché intendano i consiglieri della maggioranza che subiscono una scelta che tradisce il loro impegno elettorale”.

“Resta un fatto”, conclude il consigliere regionale del Pd, “gli impegni presi dalle forze politiche di centrodestra sono stati disattesi e faccio appello a ché vengano mantenuti. Se Schael tiene a dare un contributo quale commissario ad acta della sanità abruzzese potrebbe cominciare dalle carte senza tabelle di recente inviate sulla rete”.