The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Santangelo (Fi) lancia un appello alle istituzioni contro lo smembramento del Cfs

L’Aquila. “Lancio un accorato appello al presidente Luciano D’Alfonso e al sindaco Massimo Cialente affinche’ si attivino presso tutti i tavoli istituzionali per far sentire la contrarieta’ della nostra Regione al previsto smembramento del Corpo forestale dello Stato”. E’ quanto scrive in una nota Roberto Santangelo, vice-coordinatore provinciale aquilano di Forza Italia. “Il Cfs – dice l’esponente politico – fa parte del tessuto storico, sociale e culturale del nostro Paese e – al di la’ delle funzioni affidategli – da 200 anni e’ un sicuro e affidabile riferimento per gli Italiani che lo vedono come custode primario per la difesa dell’ambiente e del territorio. Non e’ un caso che sia la forza di polizia piu’ amata. In particolare pensiamo a che cosa possa significare per l’Ab_MG_1657ruzzo – regione verde d’Europa – la perdita di questo immenso patrimonio d’esperienza, di questo fiero e attento presidio delle nostre ricchezze ambientali. Conosciamo in questo senso la sensibilita’ del presidente D’Alfonso che ha fortemente voluto un protocollo d’intesa tra la Regione e il Corpo Forestale per potenziare l’annuale campagna ‘anti-incendi boschivi’. Adesso deve far sentire la sua voce e quella dell’Abruzzo in sede di conferenza Stato-Regioni e fare pressioni – anche con il sottosegretario Legnini – contro questa scelta scellerata. In questo senso – aggiunge Santangelo – non puo’ mancare di far sentire la propria voce il sindaco Cialente a nome di tutta una popolazione che proprio nel dramma del terremoto ha potuto misurare la preparazione e l’umanita’ degli operatori del Cfs e il loro stretto legame con le nostre comunita’. Tra l’altra questa e’ anche l’occasione per dare seguito a un ordine del giorno del settembre del 2007 presentato dall’allora Gruppo consiliare di An e votato dall’intera Assise municipale per intitolare una piazza della nostra citta’ ai “Forestali d’Italia”. Quell’impegno fino a oggi e’ stato disatteso, adesso piu’ che mai dobbiamo questo riconoscimento agli uomini e alle donne del Cfs”.