The news is by your side.

Sant’Egidio: presentata la lista di CasaPound a sostegno del candidato sindaco Roberto Monardi

Sant’Egidio alla Vibrata. Questo sabato al Caffè Matteotti di Sant’Egidio alla Vibrata è avvenuta la presentazione della lista e del programma elettorale di CasaPound Italia a sostegno del candidato sindaco Roberto Monardi. Una lista con una età media di 30 anni, la più giovane nella storia delle amministrative locali.
Punti cardine del programma di CasaPound sono l’istituzione di un fondo sociale per erogare il reddito comunale di natalità, consistente in 500 Euro al mese da destinare alle giovani coppie per ogni nuovo nato italiano; un territorio pulito e videosorvegliato; maggior sicurezza per i giovani studenti con la figura del “nonno vigile”, con la quale i nonni saranno partecipi della sicurezza dei propri nipoti alla entrata e alla uscita dalle scuole; l’applicazione del criterio della residenza di lunga durata nelle graduatorie per l’assegnazione di case popolari, lavori socialmente utili e servizi scolastici aggiuntivi; la riqualificazione delle aree degradate e dei parchi pubblici affidandoli in gestione alle associazioni di contrada mediante un bando comunale; la riduzione della tassa sui rifiuti per le attività produttive e commerciali presenti sul territorio; il rilancio dei progetti giovanili, della cultura e dello sport.
Durante la presentazione dei candidati, avvenuta davanti alla stampa e alla cittadinanza intervenuta numerosa, non sono mancate critiche politiche all’indirizzo del centrodestra uscente, reo di non esser riuscito ad amministrare in modo consono e a costruire una lista politica di riferimento. Il battagliero Monardi ha infatti “attaccato” la lista Talvacchia che annovera tra le sue fila due esponenti del cinquestelle e un candidato convintamente comunista.
Al contempo ha affermato che però l’alternativa non è il candidato sindaco Romandini, che è stato silenzioso dai banchi della minoranza e ha candidato in lista esponenti del Partito Democratico e dell’estrema sinistra. Ha infine lanciato un appello al voto utile e al vero cambiamento con CasaPound Italia. Obiettivo della lista di destra è quella di eleggere almeno un consigliere comunale di opposizione, ed il traguardo è alla portata.
Tra i presenti che hanno preso parola durante il partecipato incontro c’è stato anche lo storico militante Paolo Antelli, il quale ha invitato gli elettori a guardare ai giovani di CasaPound e ad esprimere la preferenza per loro per avere un vero rinnovamento della classe politica locale ormai in decadenza; la combattiva Valeria Fillari, 22enne studentessa di Psicologia e praticante di sport agonistici la quale ha ribadito il suo impegno a sostegno della tartaruga frecciata, incentrato nel rispetto della donna e del suo ruolo; il sempre attivo socialmente Mirko Di Sabatino Garbati; uno dei fondatori della storica sede, Marco Muscelli; la preparatissima Manuela Tosti, il giovanissimo Giovanni Moretti, Barbara Monardi, Gianni Di Luca ed Armando Pertinari.