The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Scampagnata con barbecue ai giardini pubblici di via Parri, la protesta dei residenti: non è intervenuto nessuno

La "grigliata urbana" di Avezzano

Avezzano. Una domenica assolata di luglio. Quale migliore occasione per un barbecue  all’ombra degli alberi tra amici a suon di arrosticini? E’ quanto hanno pensato alcuni giovani che hanno deciso di trascorrere una giornata tra amici. Niente di strano fino a qui. Se non fosse per il fatto che, invece di andare in montagna o in un giardino privato,  hanno scelto il parco pubblico di via Parri, a pochi passi dal nuovo Tyrannosaurus Rex, nel quartiere della Pulcina, a nord della città.

Una vera e propria “grigliata urbana” con tutte le carte in regola, con tanto di tavoli, pleid, e anche scooter al seguito. A pochi passi alcuni residenti che portavano a spasso i cani al guinzaglio, in parte increduli (i proprietari) e in parte divertiti dalla singolare idea che ha rapito l’attenzione dei residenti delle palazzine della zona che  non credevano ai loro occhi.

Invece il bbq carne e birre gelate è andato alla grande e  a poco è valsa l’iniziativa di qualche inquilino della zona che ha chiamato prima i carabinieri e poi i vigili urbani. La festa è continuata. Qualcuno ha pensato che non ci fosse nulla di male, al di là delle regole. Qualcun altro invece si è detto sconcertato.

“Come cittadino mi sento un po’ frustrato”, ha spiegato un residente, “fare il dovere di cittadino non vale nulla: o le forze dell’ordine sono poco sensibili a queste cose, oppure fare festa con fuochi e calpestando con moto un parco pubblico urbano  ad Avezzano è cosa normale?