The news is by your side.

Scuola, orientamento ai tempi del Covid: l’Itc Marconi di Penne punta sulla realtà virtuale

Penne. L’Istituto ITC “G. Marconi” di Penne punta sul virtual tour immersivo per l’orientamento scolastico e affida alla società pescarese Agla il primo esperimento nel campo in Abruzzo. La realtà virtuale entra nel mondo scolastico: al via il primo esperimento di virtual tour immersivo in Abruzzo presso il “G. Marconi” di Penne, grazie all’apporto di Agla, specializzata nei settori della realtà virtuale e aumentata.

“Agla ha voluto mettere a disposizione del mondo scolastico le proprie capacità progettuali e formative nei settori della realtà virtuale e immersiva, con l’obiettivo di favorire negli studenti lo sviluppo di abilità e competenze da rendere spendibili, già nell’immediato, in svariati ambiti lavorativi e professionali” spiegano i vertici dell’azienda.

“Negli ultimi anni il nostro istituto ha puntato forte sul digitale rinnovando e ridisegnando completamente le sue aule, i suoi laboratori, la sua azione didattica e la sua vision” afferma la professoressa Angela Pizzi, dirigente scolastica dell’ITC “G. Marconi”. “Grazie all’impegno del nostro animatore digitale, il professor Renato Di Addario, e all’intero team dell’innovazione, il Marconi ha lavorato per formare i suoi studenti e i suoi docenti in chiave “industria 4.0″ e, di conseguenza, non potevamo restare indifferenti al mondo della realtà virtuale, strutturando un progetto per i nostri alunni dei corsi AFM, CAT e Turismo, in modo da ampliare e completare le loro competenze, spendibili nel mondo del lavoro, e garantendo nello stesso tempo una presentazione il più completa possibile di ciò che il Marconi può offrire”.

“Il virtual tour immersivo, in ottica di orientamento scolastico, a differenza del classico video spot, permette al futuro studente e alla sua famiglia sia di “entrare” nella nostra scuola, passeggiando nei corridoi, visitando le nostre aule e i nostri laboratori, sia di assaporare una “pillola” di come lavoreranno se sceglieranno di entrare a far parte della nostra famiglia, perché, come potrete ascoltare direttamente dalla mia voce nell’intervento in aula magna nel tour virtuale, il Marconi di Penne è una vera famiglia, e concludo che, anche se il tema centrale di questa chiacchierata è il mondo virtuale, da noi è tutto meravigliosamente reale” prosegue la dirigente scolastica.

“Le giornate di orientamento scolastico, di fondamentale importanza per le future scelte di vita scolastica dei ragazzi, rappresentano per Agla, tramite la realizzazione di “immersive virtours”, l’occasione di apportare il proprio know-how al mondo dell’istruzione, aprendo così la via alle forme più innovative di comunicazione avanzata” spiega l’azienda in una nota. “In questa prospettiva Agla consente agli istituti scolastici, nel caso specifico l’ITC “G. Marconi” di Penne, di dotarsi di una infrastruttura ipertecnologica, prospettica e altamente innovativa, rendendo fruibile la condivisione delle conoscenze didattiche in forma immersiva, coinvolgente, multisensoriale ed esperenziale, e mettendo nello stesso tempo a disposizione del sistema d’istruzione gli strumenti per migliorare i processi di apprendimento, allineando il più possibile le esigenze didattiche con le forme di comunicazione proprie delle ultime generazioni. Nella visione di Agla e dei suoi fondatori, la realizzazione degli “immersive virtours” rappresenta non certo il punto di arrivo, ma solo la base di partenza per un progetto molto più ampio che, attraversando svariati ambiti settoriali, consentirà la digitalizzazione ed interconnessione dei territori e delle attività in una forma tecnologico-comunicativa molto spinta e avanzata, permettendone così la valorizzazione a livello globale”: