The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Scuolabus con bimbi a bordo si ribalta: mezzo sequestrato, sotto accusa guasto meccanico allo sterzo

Corropoli. Uno scuolabus con una ventina di bambini a bordo si è ribaltato su un lato, al ciglio di una strada interpoderale nelle campagne di Corropoli (Teramo). I bambini tutti di scuola elementare, stavano facendo rientro alle proprie abitazioni al termine delle lezioni. Nel percorrere una stretta traversa a poca distanza dal centro di Corropoli, il mezzo si è adagiato nel pendio: quattro dei bambini trasportati hanno riportato ferite che hanno reso necessario il trasporto presso strutture sanitarie, due di loro alla pediatria dell’ospedale di Teramo, altri due in quella dell’ospedale di Sant’Omero. Per tutti, compresi quelli assistiti e medicati sul posto e affidati ai genitori, si tratta comunque di ferite non gravi, contusioni ed escoriazioni. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze dal vicino presidio ospedaliero di Sant’Omero e i vigili del fuoco che hanno provveduto a mettere in sicurezza il mezzo, oltre agli agenti della polizia stradale di Teramo per i rilievi dell’incidente

È stato posto sotto sequestro dalla magistratura teramana lo scuolabus. Il sostituto procuratore Luca Sciarretta ha aperto un fascicolo e affidato i rilievi e le indagini agli agenti della Polizia Stradale di Teramo. Da indiscrezioni, al momento sembrerebbe che a provocare l’incidente potrebbe essere stato un guasto meccanico, in particolare allo sterzo del mezzo, che già in passato avrebbe fatto registrare un malfunzionamento e per questo era stato riparato in una officina meccanica fino a poche ore prima. Secondo le testimonianze, l’autista dopo aver percorso la strada comunale senza uscita, che è denominata via dei Pini, ha effettuato una sosta per lasciare una bambina a casa e ha fatto manovra per riprendere il giro. Era sul tratto rettilineo e si avvicinava all’incrocio quando all’improvviso è finito sulla destra, prendendo il declivio e saltando un dislivello di circa due metri, adagiandosi su un lato. L’autista del mezzo, che secondo gli accertamenti era sobrio, è un dipendente comunale adibito al servizio: il Comune infatti è proprietario del mezzo ed effettua in proprio il servizio di trasporto scolastico.