The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Senegalese rincorre e cattura un ladro dopo aver sentito le urla di una commessa derubata: dovevo difenderla

Pescara. Ha rincorso e bloccato un ladro marocchino irregolare dopo avere sentito le urla della commessa del panificio a pochi metri dal suo negozio alla quale era stata svuotata la cassa: protagonista dell’episodio un commerciante senegalese residente a Pescara, intervenuto con successo insieme ad un amico colombiano, prima che arrivasse la polizia. Am, questo il nome del senegalese, ha 26 anni, da undici anni in Italia, fa il commerciante: cura un negozio di prodotti artigianali africani in via Napoli.

“L’ho sentita urlare e ho pensato solo a difenderla”, ha raccontato il senegalese al quotidiano regionale ‘Il Centro’, “la dovevo proteggere a prescindere. Ci conosciamo da sette anni, abbiamo anche lavorato insieme, l’ho fatto d’istinto. L’ho rincorso senza pensarci”. “L’ho ringraziato mille volte”, ha spiegato il proprietario del panificio, Antonio Ciferni, “ma appena si rimetterà anche il suo amico colombiano, gli ho già detto che li invito a cena. E’
stata una cosa bellissima da parte sua, una bella storia di vicinato e solidarietà”.

Il fatto è accaduto martedì scorso intorno alle 19.30. Il marocchino era entrato nel panificio per chiedere il prezzo di alcuni biscotti, poi era tornato dopo una manciata di minuti e si era diretto alla cassa prelevando 90 euro e scatenando la reazione della commessa che aveva cominciato ad urlare invocando l’aiuto di Am.

Quest’ultimo e il suo amico colombiano si sono lanciati all’inseguimento del ladro, riuscendo a ingaggiare una colluttazione nella quale il marocchino ha cercato di difendersi a morsi, ferendo alla mano il colombiano: alla fine i due hanno prevalso, riuscendo a bloccare il ladro, in attesa della polizia che lo ha poi arrestato con l’accusa di rapina, in considerazione delle lesioni inferte ai suoi inseguitori.