The news is by your side.

Si aggira con fare sospetto, i carabinieri scovano in casa una centrale dello spaccio con serra

Montesilvano. Continua la costante attività di controllo del territorio da parte dei militari dalla Compagnia Carabinieri di Montesilvano. Nonostante i numerosi “colpi” messi a segno proprio dall’Arma contro gli spacciatori, oggi è caduto nella rete dei carabinieri il 34enne D.R.D., originario di Pescara ma residente in provincia. Lo stesso è stato notato da una pattuglia di carabinieri mentre si aggirava con fare sospetto in via Aldo Moro di Montesilvano: sottoposto all’immediato controllo, è stato trovato in possesso di una mazza in legno della lunghezza di 110 centimetri. A seguito di tale rinvenimento, i militari hanno deciso di estendere la perquisizione presso la sua abitazione dove hanno rinvenuto materiale per la coltivazione ed essicazione della canapa indiana. In particolare, l’operazione di polizia giudiziaria ha permesso di rinvenire una scatola contenente 35 grammi di marijuana suddivisa di 56 dosi, otto piantine di varie dimensioni dello stesso stupefacente, un termometro per il controllo della temperatura e umidità dell’ambiente, un estrattore di polline, due lampade alogene, un filtro anti-odore, un trasformatore di energia elettrica, un taglierino e una forbice.

A seguito di quanto rinvenuto, per il 35enne è scattato l’arresto e si sono aperte le porte del carcere di Pescara, dove è tuttora recluso in attesa di convalida della misura restrittiva adottata.