The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Si chiamava Faber, a Popoli una serata all’insegna delle canzoni di De Andrè con Sirianni e Valente

Pescara. Fabrizio De Andrè, un mito troppo grande per poterlo raccontare in maniera consueta o, addirittura, banale. Federico Sirianni, pluripremiato cantautore genovese, ha avuto l’opportunità di conoscere De Andrè e di incontrarlo alcune volte nel proprio cammino di vita, esperienziale, musicale. Sono stati incontri fugaci, ma di una potenza inaudita, sufficienti a delineare in maniera quasi inequivocabile, per un giovane in procinto di cimentarsi nel mestiere del cantautore, la grandezza umana e artistica del più straordinario scrittore di canzoni del novecento italiano. Sirianni racconta aneddoti inediti su Faber, proprio perché vissuti in prima persona.

Cerca di penetrare nei sottotesti di una storia ormai molto conosciuta da tutti. C’è una Genova leggendaria e una Genova calpestata e sofferta sulla propria pelle a fare da set principali ai racconti e alle canzoni. Sì, perché ovviamente, non possono mancare le canzoni, non necessariamente le più famose, ma quelle che riescono forse a esprimere, oltre che l’ormai noto talento, anche la gigantesca umanità di cui era pervaso questo artista unico e irraggiungibile.

Affianco a lui Carlo Valente, cantautore reatino classe 1990 cresciuto con le canzoni di Fabrizio De Andrè. Sul palcoscenico porterà la sua esperienza avuta con le canzoni di Faber, che lo hanno portato a conoscere fino in fondo cosa significa oggi scrivere una canzone e raccontare delle storie attraverso il giusto incrocio tra parole e musica, compito non facile per chi sta ereditando un patrimonio enorme come quello che ci ha lasciato Fabrizio De Andrè.

Il costo del biglietto è di 10 euro.