The news is by your side.

Siglato accordo Tua e Ifr per l’intermobilità a sostegno dell’economia abruzzese

Lanciano. E’ stato firmato stamane, nella sede della divisione ferroviaria di TUA Spa a Lanciano, il contratto di trasporto su ferro tra la società regionale e l’IFR s.r.l. (Intermodalità Fas Rattenni), l’azienda di Manoppello che si occupa della movimentazione delle merci voluminose. accordoifr_tua_1Il contratto prevede il trasporto degli inerti trattati dall’IFR tramite tre coppie di treni a settimana sulla direttrice Abruzzo-Piemonte. Ogni anno Tua/Sangritana metterà a disposizione dell’azienda abruzzese 144 treni implementando, di fatto, l’intermodalità ferro-gomma sull’intero territorio nazionale. Presenti all’incontro il presidente Tua Spa Luciano D’Amico, il consigliere regionale delegato ai Trasporti Camillo D’Alessandro, il consigliere CDA TUA con delega alla ferrovia Giovanni Di Vito ed i rappresentanti di IFR, Nicola D’Arcangelo e Sergio Rattenni. “Il contratto siglato stamane – ha dichiarato il presidente di Tua, Luciano D’Amico – rappresenta un’ulteriore opportunità strategica per la regione Abruzzo e per tutto il Centro Italia.

La nostra regione – ha aggiunto D’Amico – grazie al partenariato tra Tua/Sangritana ed IFR, sarà di fatto il fulcro di un’interconnessione tra il centro Sud Italia ed i mercati del Nord Europa. Attribuiamo una particolare importanza all’accordo – ha concluso il presidente di Tua – anche perché rappresenta un passo in avanti verso il rispetto della vigente normativa europea che prevede, entro il 2030, il trasferimento del trasporto merci, in percentuali significative, dalla gomma al ferro”. Molti i vantaggi per l’economia abruzzese grazie a collegamenti sempre più rapidi e frequenti, sulla direttrice adriatica. “Il vettore ferroviario regionale – ha dichiarato il consigliere regionale delegato ai Trasporti, Camillo D’Alessandro – garantirà un servizio economico fondamentale per la nostra regione, interpretando le esigenze di un’importante realtà imprenditoriale come IFR e connettendo l’Interporto di Manoppello a quello di Novara. Con l’accordo siglato oggi, Tua/Sangritana si candida a diventare partner di tutte imprese abruzzesi e sarà in grado di movimentare le loro merci ovunque nel mondo. Stiamo preparando un menù Abruzzo – ha concluso D’Alessandro – che sarà a disposizione di ogni imprenditore affinché, attraverso le reti infrastrutturali implementate in regione, si possa dare un impulso sempre maggiore all’economia di questa terra”. Oltre all’aspetto economico, il vettore ferroviario regionale coglierà anche un ulteriore risultato in termini di prestigio rafforzando la propria posizione sull’infrastruttura ferroviaria nazionale in materia di trasporto merci. Tua/Sangritana, infatti, grazie all’accordo con IFR, rinsalderà anche la partnership strategica con l’impresa ferroviaria Captrain Italia che, in una sorta di staffetta merci del tutto analoga a quella di trasporto dei furgoni per conto della Sevel, movimenta il treno dall’Abruzzo all’interporto di Novara. “L’accordo con IFR – ha dichiarato il Consigliere di Tua con delega alla ferrovia Giovanni Di Vito – favorirà un salto di qualità dell’azienda nel settore del trasporto merci. Il vettore abruzzese, infatti, – ha spiegato Di Vito – che fino a ieri serviva la sola Sevel, da oggi potrà offrire il servizio di trasporto su ferro a tutta l’imprenditorialità abruzzese, con notevoli opportunità di sviluppo in questo settore nel medio termine”.

Soddisfazione è stata espressa anche dai partner commerciali di Tua/Sangritana Nicola D’Arcangelo e Sergio Rattenni di IFR che vedono “una potenzialità sempre crescente del trasporto ferroviario abruzzese”. “Oltre agli indiscussi vantaggi economici dell’accordo per tutta la regione – hanno concluso i rappresentanti di IFR – l’accordo garantirà il rispetto degli standard europei per il trasferimento del trasporto merci dalla modalità stradale a quella ferroviaria”.