The news is by your side.

Spacciavano in una cabina telefonica, sorpresi e agli arresti domiciliari due giovani

Pratola Peligna. Due giovani sono stati sorpresi mentre cedevano eroina ad un consumatore ed arrestati dai carabinieri. Si tratta di G.A.I di 31 anni e  N.N. 25enne, un ragazzo ed una ragazza provenienti da paesi limitrofi a Pratola Peligna. Sono stati arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri della locale Stazione perché sorpresi a cedere 0,5 grammi di eroina ad un assuntore proprio di Pratola Peligna. Il ragazzo già noto alle forze dell’ordine, perché già arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, e stato notato dai carabinieri mentre entrava in una cabina telefonica e lasciava all’interno un involucro. Quel movimento, estremamente rapido anche per una telefonata molto breve, ha insospettito i militari. Sospetto confermato quando all’uscita del ragazzo nella cabina telefonica è entrato immediatamente un uomo noto come assuntore di sostanze stupefacenti, che prelevava l’involucro. I militari a quel punto sono riusciti a fermare l’acquirente della droga e con l’ausilio di una pattuglia che si trovava in zona sono riusciti ad intercettare l’auto in fuga del ragazzo. Fermata la macchina con a bordo G.A.I. e N.N., i due ragazzi sono stati condotti in caserma e sottoposti a perquisizione personale, del veicolo e delle abitazioni. A casa di G.A.I. sono stati rinvenuti pezzi di buste di plastica tagliati ed identici a quelli che costituivano l’involucro prima lasciato nella cabina e poi preso dall’assuntore. A quel punto entrambi i giovani sono stati dichiarati in arresto per reato di spaccio di sostanze stupefacenti.  Avvertita la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona, il magistrato ha disposto gli arresti domiciliari per entrambi. Espletate le formalità di rito i due sono stati condotti presso le proprie abitazione e sottoposti al provvedimento disposto dal magistrato.images (3)