The news is by your side.

Sostanze stupefacenti sequestrate, accordo per analisi: “Monitorare anche gli effetti di nuove droghe”

Pescara. Importante accordo firmato questa mattina, 19 luglio, dal sindaco Carlo Masci, dal prefetto della Provincia di Pescara, Gerardina Basilicata, e dal direttore generale della ASL di Pescara, Armando Mancini. 

“L’accordo per l’analisi qualitativa sulle sostanze stupefacenti sottoposte a sequestro ai sensi degli artt.73 e 75 del D.P.R. 9 ottobre 1990 n. 309”, sottoscritto dalla Prefettura dell’Ufficio territoriale del Governo di Pescara, dal Comune di Pescara e dalla ASL di Pescara, stabilisce la possibilità di eseguire nella provincia di Pescara, a titolo gratuito, presso i laboratori dell’Azienda USL di Pescara, le analisi delle sostanze stupefacenti sequestrate e, a partire dalla data dell’accordo, avrà validità triennale.

L’importante accordo operativo, in un’ottica di piena collaborazione istituzionale, viene incontro all’esigenza di dare risposte sempre più celeri alle fasi dell’accertamento della natura e delle quantità di sostanze stupefacenti, alleviando l’impegno di risorse economiche e di personale da parte delle Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale per la consegna delle sostanze al laboratorio dell’ARTA (Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente della Regione Abruzzo) situato all’Aquila.
L’accordo permetterà un contenimento e un’ottimizzazione della spesa delle Pubbliche Amministrazioni e consentirà all’ASL, attraverso l’Istituto di Farmacotossicologia dell’A.S.L di Pescara, di monitorare, in un periodo temporale ragionevole, non solo l’introduzione di nuove sostanze stupefacenti e relative modalità di consumo, ma anche di valutare gli effetti diretti sullo stato di salute della persona, ricorrendo a “setting” assistenziali adeguati e a protocolli terapeutici appropriati.