The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Sotto il firmamento culinario di Porto, Rustichella trionfa con gli chef Matos e Zonfa

Pescara. Un destino quello di Italia e Portogallo unito in passato dalla storia di navigazioni e scoperte geografiche, Colombo vi impresse la sua firma salpando per le Americhe. Quella firma oggi si rinnova con un nuovo viaggio sapientemente orchestrato dalle stelle Michelin William Zonfa e Vitor Matos. Nel corso della sua quasi ventennale carriera, Vitor Matos è stato insignito di diversi illustri riconoscimenti tra i quali spiccano: “Cook of the Year 2003”, “Chefs Prix de l’Avenir” 2011 (Académie Internazionale Gastronomie, Parigi), Chefe Cozinheiro do Ano 2003 (Edições do Gosto), “Chefe de Cozinha do Ano 2013” (Prémios Revista WINE), “Melhor Cozinheiro de Portugal 2014” (Prémios Arco Atlântico Gastro), “ Prix Chefs de l’Avenir” 2011 da (Académie Internacional de Gastronomie, Paris), “Miglior Cuoco del Portogallo 2014” (Premi Arco Atlantico Gastro).

“Una serata speciale, dove il gusto e l’amicizia trionfano!”, così lo Chef resident Vitor Matos ha commentato l’evento degustazione tenutosi nella serata di giovedì 25 maggio. Sotto il firmamento culinario dell’Antiqvvm è andata in scena la più bella scoperta di saperi e sapori tra tradizione e creatività. L’esperienza multisensoriale di Matos ha incontrato l’estro di un’altra stella Michelin, l’abruzzese William Zonfa, Chef del relais Magione Papale. Mentre la suggestiva location del XVIII secolo apriva le porte della sua cucina per un internazionale spettacolo di gusto, come un balcone sul Duero il romantico giardino accoglieva i suoi ospiti. Le “estrelas” della cucina, coadiuvati dalla brigata dell’Antiqvvm, hanno presentato piatti specchio della storia e della tradizione dei due popoli. Nel menu a quattro mani protagonista indiscussa Rustichella d’Abruzzo con lo Spaghettone del Leone funghi porcini, tartufo e spuma di mandorle, e con la Fregola sarda basilico, pomodoro e gelato fiordilatte.