The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Sottopasso allagato e al buio da mesi, Censorio Teatino: ora luci e riaperto ai pedoni, ma urgono altri interventi

Chieti Scalo. “Su richiesta di alcuni residenti della zona, il Censorino Teatino ha segnalato agli organi d’informazione la vicenda del sottopasso di Via Turchi a Chieti Scalo che era inagibile perché allagato da mesi, rendendo impossibile non solo il transito per i veicoli, ma, finanche per i pedoni (quest’ultimi costretti ad attraversare i binari della ferrovia a loro rischio e pericolo). A tal proposito, a seguito della nostra segnalazione che è stata letta, apprezzata, condivisa sui social network e pubblicizzata sugli organi d’informazione, finalmente gli enti competenti sono intervenuti e ora l’acqua nel sottopasso non c’è più”.

“Però, la transenna del Comune di Chieti che impedisce il transito dei veicoli non è stata ancora rimossa, forse perché sull’asfalto c’è del fango, pericoloso per lo slittamento delle automobili, ma per lo meno ora è di nuovo possibile il passaggio dei pedoni, in precedenza impedito anch’esso dall’acqua alta. Inoltre, sono state riaccese le luci nel sottopasso, benché una non funziona perfettamente e va riparata. Pertanto, facendoci portavoce delle esigenze di un gruppo di cittadini, questa volta, si chiede agli enti preposti all’intervento, di porre in essere ogni azione possibile tesa a rendere agibile il sottopasso di Via Turchi, non solo al transito pedonale, ma, anche a quello dei veicoli a motore e di sostituire le lampadine di una delle lampade nel sottopasso”.  E’ quanto dichiarato in una nota l’associazione Censorio Teatino.