The news is by your side.

Spaccio finito a pugni, condannati due giovani di Avezzano per aggressione e furto

Avezzano. Spaccio di droga finito con l’aggressione da parte degli acquirenti nei confronti del venditore minorenne. Due giovani di Avezzano, Mario D’Alessandro e Antonello D’Alessandro, 41 e 39 anni, sono stati condannati a un anno e tre mesi di reclusione con l’accusa di rapina, derubricata in furto. Il terzo imputato, Valentino Tersigni, 33 anni, di Avezzano, è stato assolto.

I fatti risalgono alla fine dell’estate 2013, quando i due fratelli aggredirono un minorenne procurandogli delle ferite è una prognosi di 10 giorni, impossessandosi del loro iPhone e rapinandolo anche di 5 euro. Sembra che alla base della lite ci fosse una discussione sulla qualità della sostanza stupefacente. La situazione, secondo le ricostruzioni, degenerò tanto che i due fratelli aggredirono il minorenne avezzanese e un  altro presunto spacciatore, Tersigni.

Nel corso dell’udienza però quest’ultimo ha dimostrato la sua estraneità ai fatti. Il giovane, accusato di aver ceduto 4 dosi di eroina per un importo di  200 euro ai due fratelli, in concorso con il minorenne aggredito, è stato assolto da ogni accusa. Era difeso dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.  I due fratelli, assistiti dagli avvocati Roberto Verdecchia, Giovanni Fracassi e Antonio Pascale, sono stati condannati a un anno e tre mesi con l’accusa di rapina in concorso.