The news is by your side.

“Spegni il cellulare. Accendi la sicurezza” controlli serrati congiunti in tutta la provincia dell’Aquila

41888465 – closeup portrait, young man in blue polo shirt driving in black car and checking his phone, then shocked almost about to have traffic accident, isolated interior car windshield background

L’Aquila. Dal 12 al 15 aprile nell’intera provincia di L’Aquila, la Polizia di Stato, con il particolare contributo specialistico della Polizia Stradale, l’Arma dei Carabinieri e le Polizie Municipali di L’Aquila, Avezzano e Sulmona hanno dato vita alla seconda operazione congiunta provinciale ad alto impatto denominata “Spegni il cellulare. Accendi la sicurezza”. Le sempre più avvertite esigenze di tutela della sicurezza stradale richiedono un’adeguata risposta,  facendo convergere le forze sul contrasto di fenomeni illeciti che attentano alla sicurezza della persona e dei trasporti, a seconda dei diversi ambiti da attenzionare, con particolare riguardo al tema della prevenzione e della repressione delle violazioni delle norme di comportamento alla guida; prima, tra tutte, quella causata dalla distrazione alla guida connessa  all’utilizzo non corretto dei dispositivi telefonici e  spesso concausa di numerosi incidenti.

L’utilizzo del telefono cellulare o di cuffie sonore, impegnando una o entrambe le mani con l’apparecchio e quindi  limitando  le proprie funzioni uditive, costituisce un comportamento durante la guida che ha gravissimi effetti sulla concentrazione del conducente e sulla capacità di porre attenzione alle condizioni esterne all’abitacolo, durante la marcia. Il codice della strada prevede all’articolo 173, comma 2 e 3 bis, una sanzione da euro 161,00 a euro 647,00 (euro 112,70 se il pagamento avviene entro 5 giorni) e la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida del trasgressore. In caso di una seconda infrazione commessa nel corso di un biennio è prevista anche la sospensione della patente da 1 a 3 mesi. Pur non potendo ascrivere a solo questi casi illeciti la fonte di distrazione del conducente, la diffusione di tali strumenti e la presenza in essi di molte applicazioni facilmente accessibili, anche con l’uso di una sola  mano, sta ampliando notevolmente i fattori di rischio di sinistri stradali per condotte di guida incerte, non lineari, rallentate o per manovre improvvise e non presegnalate,  senza un motivo facilmente apprezzabile dai conducenti che seguono.