The news is by your side.

Sport, il Real L’Aquila e il Perugia Calcio rinnovano l’accordo di collaborazione

L’Aquila. “Lo sport è speranza, una scuola di vita che può aiutare a crescere in modo resiliente di fronte alle difficoltà della vita”. Con queste premesse il presidente del Real L’Aquila e consigliere comunale, Vito Colonna, ha annunciato il rinnovo dell’accordo di collaborazione calcistica con il Perugia Calcio.

“Il nostro più grande auspicio è di poter essere fuori dall’emergenza Coronavirus e pensare al futuro, sempre però in totale sicurezza per i nostri giovani atleti e le loro famiglie, cosa che già garantiamo negli allenamenti che abbiamo ripreso a svolgere presso gli impianti sportivi del CUS L’Aquila” spiega Colonna. “Il momento che stiamo vivendo è molto difficile, non sappiamo ancora come potranno concludersi i campionati bruscamente interrotti a causa della pandemia, ma abbiamo il dovere di non arrenderci e programmare con fiducia il nostro futuro. La sinergia con il Perugia Calcio ci rende ancora una volta protagonisti nell’esprimere la forza di aggregazione dello sport, il più grande motivo di orgoglio per la nostra società. L’iniziativa è un segnale importante per ritrovare l’auspicata normalità, l’augurio è che ciò possa concretizzarsi già a patire dal prossimo mese di settembre, in cui vengono organizzati i consueti open days per le iscrizioni alla scuola calcio”.

“Il progetto Academy del Perugia Calcio” spiega il responsabile tecnico del Real L’Aquila, Antonio Caracciolo “abbraccia una rete di vivai in tutta la nostra penisola, che alimenta uno dei settori giovanili professionistici più importanti d’Italia. Grazie al consolidato rapporto di collaborazione tra le due società, i nostri atleti potranno continuare a usufruire dei modernissimi impianti sportivi del “Renato Curi” di Perugia e dell’attenta supervisione dei qualificati tecnici biancorossi, confermando un percorso di crescita tecnica e sportiva che ha consentito all’A.P.D. Real L’Aquila di tesserare quest’anno più di 240 atleti, dalla categoria primi calci a quella degli allievi e di partecipare a tutti i campionati delle categorie giovanili” conclude.