The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Stop a scene da guerra in ospedale, arriva ad Avezzano la Zona grigia e più sanitari al Ps

Il personale sarà preso dagli ospedale di Tagliacozzo e Pescina

Avezzano. Basta a  scene da guerra  all’ospedale di Avezzano, con persone ricoverate nelle ambulanze parcheggiate nel piazzale e persone  nelle tende al freddo. Arrivano infatti la Zona grigia e nuovo personale in arrivo al pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano per lenire le sofferenze del presidio, dove la situazione è molto critica. Le novità, non le uniche, che vanno incontro alle sollecitazioni del territorio, evidenziate a più riprese dal sindaco di Avezzano, e dai colleghi della Marsica, sono state al centro di una video conferenza tra i vertici della Asl e i primi cittadini di Avezzano, L’Aquila, Tagliacozzo e Pescina, Gianni Di Pangrazio, Pierluigi Biondi, Vincenzo Giovagnorio e Mirko Zauri.

Nell’incontro i vertici dell’azienda sanitaria, il direttore generale Roberto Testa, il direttore sanitario Sabrina Cicogna, i sindaci di Avezzano, L’Aquila, Tagliacozzo e Pescina, nonché l’assessore regionale alla sanità Nicoletta Verì e il coordinatore regionale dell’unità di crisi per l’emergenza covid19, Alberto Albani, hanno fatto il punto sulle criticità legate all’emergenza sanitaria e le iniziative per dare qualche risposta, in primis sulle gravi carenze del pronto soccorso e l’assenza della zona grigia all’Ospedale di Avezzano dove ospitare i pazienti Covid positivi in attesa della conferma del secondo tampone, che al momento restano parcheggiati nelle stanza dell’Obi.

“Questa situazione è inaccettabile”, ha spiegato Di Pangrazio, all’avvio della video conferenza, con al fianco l’assessore all’emergenza sanitaria, Maria Teresa Colizza, ex direttrice sanitaria dalla Asl, “occorre una soluzione utile sia per il pronto soccorso, dove va potenziato il personale, che per la zona grigia”. Il grido di allarme è stato raccolto dalla Asl; la direttrice sanitaria, Cicogna ha esposto un programma mirante a risolvere le criticità più impellenti attraverso la realizzazione della zona grigia nell’area del primo piano che ospita gli ambulatori: medicina dello sport verrà trasferita a Tagliacozzo; gli ambulatori di chirurgia e urologia a Pescina.

Annunciato anche il potenziamento della dotazione organica del pronto soccorso di Avezzano attraverso il reclutamento  di personale medico e infermieristico, parte in servizio nei prossimi giorni, altro mediante procedure di assunzioni veloci, compresi dirigenti medici infettivologi. Per dare risposte alla carenza di personale al pronto soccorso di Avezzano, l’azienda ha annunciato la riduzione temporanea dell’orario di apertura da 24 a 12 ore dei punti di primo intervento Tagliacozzo e Pescina, che dovranno tornare però ad essere operativi H24 entro 15 giorni, ovvero il tempo strettamente necessario per reclutare nuovo personale.

Tali misure dovranno obbligatoriamente cessare al finire dell’emergenza sanitaria in atto e non dovranno in alcun modo incidere sulla valutazione dei numeri di intervento nella riorganizzazione del sistema sanitario regionale.

Le novità annunciate dalla Asl sono state accolte con moderata soddisfazione dal sindaco Di Pangrazio, che ha “evidenziato l’ assoluta necessità di accelerare le procedure per la realizzazione di lavori di potenziamento dei posti di rianimazione-terapia intensiva nell’ospedale di Avezzano, nonché l’aumento del numero dei tamponi, in primis per gli operatori sanitari, le forze dell’ordine e tutti coloro che operano in prima linea per contrastare la pandemia.

In attesa che i lavori di potenziamento dei posti di rianimazione-terapia intensiva vengano effettuati, il Sindaco Di Pangrazio auspica che la ASL acquisti o noleggi moduli ospedalieri provvisori da destinare alla terapia intensiva, dichiarando che il Comune di Avezzano, unitamente ad altri comuni marsicani, è pronto a contribuire.

 

Questo è un primo importante passo, ma sottolinea il Sindaco “Urge fare presto. La pandemia avanza sempre di pù nella nostra terra”.