The news is by your side.

Strada dei Parchi: ministero non scarichi su concessionario, nostre proposte sempre respinte

L’Aquila. “Le proposte di Strada dei Parchi SpA, sulle tariffe e sul nuovo Piano Economico Finanziario (Pef) sono sempre state respinte dal Ministero, al quale spetta ora il compito di fare una proposta che non tenti di scaricare su SdP SpA l’onere derivante dagli incrementi tariffari decisi in base alla Convenzione vigente”. A renderlo noto è la stessa concessionaria delle autostrade A24 e A25 Strada dei Parchi che precisa di non avere “ricevuto ad oggi alcuna comunicazione ufficiale a seguito dell’incontro che si è svolto
ieri presso il Ministero delle Infrastrutture sul Decreto Interministeriale di fine anno riguardante l’incremento tariffario” sulle due arterie autostradali.

“SdP SpA, in attesa di conoscere ufficialmente le decisioni assunte ieri al Ministero, per ora rese note a mezzo stampa – si prosegue in una nota – ribadisce la propria disponibilità ad affrontare il tema delle tariffe nell’ambito di una proposta e di una indicazione chiara, che devono provenire solo dai Ministeri che hanno emanato il Decreto Interministeriale n.000615 del 29/12/2017 e con cui sono state stabilite le percentuali dell’incremento delle tariffe di pedaggio da applicarsi per l’anno 2018 sulle autostrade A24 ed A25”. “Sulla questione tariffe, SdP SpA ricorda di aver già avanzato diverse proposte di un nuovo Piano Economico Finanziario (PEF), nel cui ambito si sarebbe potuto definire per tempo un andamento controllato, a favore degli utenti, delle tariffe stesse. In tal senso, ancora ieri, su richiesta del Ministero, SdP SpA ha avanzato una proposta capace di bloccare gli aumenti decisi dal Ministero a fine dicembre”.