The news is by your side.

Sulmona, manifestazione contro il progetto Snam. Il sindaco: insieme per dire no alla centrale e al metanodotto

Sulmona. “Il fronte del no è pronto a scendere in piazza domani sabato 21 Aprile per ribadire con fermezza la contrarietà di un intero territorio alla realizzazione della Centrale di Compressione a Sulmona e del Metanodotto che la Snam vorrebbe far passare nei nostri territori a forte rischio sismico. Tutti insieme domani manifesteremo con l’orgoglio di una città e di un centro Abruzzo che vogliono far sentire forte la propria voce, non arretrando di un millimetro nella battaglia che, su tutti i fronti, si sta combattendo da molto tempo. Ringrazio i comitati cittadini e tutti coloro che si stanno impegnando al massimo nell’organizzazione della manifestazione”. E’ quanto afferma il Sindaco di Sulmona Annamaria Casini, lanciando l’appello a cittadini, istituzioni, associazioni, sindacati affinché partecipino numerosi all’importante iniziativa organizzata dai Comitati ambientalisti.

 

“Abbiamo ricevuto l’adesione di una cinquantina di sindaci e amministratori”, spiega il  sindaco, ribadendo che “questa è una battaglia di tutti a difesa del nostro territorio e del nostro futuro. Continueremo ad opporci al progetto della Snam in tutte le sedi, nonostante le accelerazioni del Governo”, continua, “non ci ha convinto la Snam, che continua a sminuire la problematica andando avanti nel suo progetto volendo costruire opere dannose contro la volontà di istituzioni e cittadini continuamente e ripetutamente ribadita in questi anni con tutti gli strumenti a disposizione”.  L’appuntamento è, dunque, per domani alle15 in viale Togliatti da dove il corteo prenderà le mosse passando per piazza Capograssi, via Papa Giovanni XXIII, via Japasseri in direzione Villa Comunale, attraversando viale Matteotti e risalendo lungo viale Roosevelt e Corso Ovidio fino a Porta Napoli, percorrendo poi la Circonvallazione Orientale, via Federico II e Largo Mercatello, raggiungendo piazza Garibaldi dove si terranno gli interventi, previsti intorno alle 17.