The news is by your side.

Supercarcere di Lanciano: gli agenti protestano per la riduzione delle tipologie di detenuti

Lanciano. Cinque sindacati rappresentativi della Polizia Penitenziaria del supercarcere di Lanciano hanno indetto lo stato di agitazione e da domani al 18 settembre ci sarà l’astensione dalla mensa di servizio. La protesta ha l’obiettivo di ridurre le tipologie di detenuti presenti a Lanciano, per chiedere l’invio di altro personale e la drastica riduzione delle sezioni detentive. Le organizzazioni sindacali UIL, SAPPE, OSAPP, CNPP e SINAPPE hanno inoltre chiesto un incontro urgente al Prefetto di Chieti, Antonio Corona, per valutare le ricadute della carenza insostenibile di personale nella casa circondariale di Lanciano sia sulla sicurezza del territorio che dei lavoratori. Sabato scorso l’ultimo episodio di aggressione a un agente da parte di un detenuto.

I sindacati hanno chiesto un intervento, definito concreto e forte, anche alla senatrice Federica Chiavaroli, sottosegretario di Stato alla Giustizia, che ha già visitato il carcere ed è a conoscenza delle problematiche della Polizia Penitenziaria. In una nota ufficiale i sindacati avvertono che se inascoltati “Inaspriranno le proteste nei modi che riterranno più utili alla protesta”