The news is by your side.

“Teate, il Mito. Le origini della leggenda”, Chieti celebra la sua nascita: risalirebbe al 1181 a.C.  

Chieti. Martedì 18 settembre 2018, alle 17.30 presso la sala consiliare della Provincia di Chieti, archeologi, studiosi e cultori di storia locale, nel corso di un incontro pubblico, con i loro contributi tracceranno un quadro completo sulle origini della città tra storia e mito.

L’iniziativa, nata da un’ idea del giornalista Oscar D’Angelo condivisa dal Sindaco Umberto Di Primio e patrocinata dal Comune di Chieti, vuole celebrare le origini della città di Chieti che, secondo la tesi di Girolamo Nicolino, pubblicata nel 1657 nel suo “Historia della città di Chieti”,  risalirebbero al 1181 a.C.

Al convegno, moderato dal giornalista Stanislao Liberatore e introdotto da Oscar D’Angelo, interverranno, quali relatori: l’archeologa Adele Campanelli, già Direttore del Parco archeologico dei Campi Flegrei; il prof. Carmine Catenacci, Direttore del Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Università “G. d’Annunzio”; lo scrittore e giornalista Raffaele Bigi; il cultore di storia teatina, ing. Giustino Angeloni.

Nel corso dell’incontro sarà mostrata, in anteprima, al pubblico, la lapide in pietra scolpita dal M° Sante Aceto che verrà apposta sulla facciata di Palazzo d’Achille.