The news is by your side.

Teatro al d’Annunzio per PeFest, stamane presentato un ricchissimo cartellone della stagione di prosa. Tra gli attori, Raoul Bova e Giancarlo Giannini

Pescara. È stata presentata stamane in Comune, insieme al sindaco Carlo Masci e al presidente dell’EMP Angelo Valori, la nuova stagione di prosa intitolata Teatro al d’Annunzio, promossa dall’Ente manifestazioni pescaresi per il PeFest, il festival che racchiude in un unico cartellone anche lo storico Pescara Jazz e Funambolika. 

Hanno preso parte alla conferenza, coinvolti in più vesti nella programmazione teatrale, anche Federico Fiorenza, Claudio Di Scanno, Massimo Vellaccio, Germano D’Aurelio e Susanna Costaglione
Ben nove gli spettacoli in programma con inizio alle 21.15 (lungomare Colombo 122). E tanti i big, a cominciare dalla fine: Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Giovanni Veronesi che si esibiranno il 17 agosto in A ruota libera. Tra gli ospiti in arrivo in città anche Giancarlo GianniniDebora CaprioglioRaoul Bova e due produzioni pescaresi: ‘Nduccio con Susanna Costaglione (Come il mare io ti parlo – il 2 agosto) e l’omaggio a Billie Holiday firmato dal Florian Metateatro (il 6 agosto).
“Si tratta di una proposta artistica che mira a mettere insieme i grandi classici della letteratura, come Shakespeare e Pirandello, con il teatro latino, in particolare l’Anfitrione e il teatro contemporaneo – dichiara il presidente dell’EMP Angelo Valori – crediamo molto a questa forma d’arte e per tutto il cda, che qui rappresento, è davvero importante offrire una programmazione di prosa di alta qualità e allo stesso tempo popolare. Teatro al d’Annunzio, come del resto il festival del nuovo circo, Funambolika, che si è appena concluso, con un grande successo, e come il Pescara Jazz che è appena partito, punta proprio a rinnovare nell’Ente l’importanza simbolica di quella ricostruzione immateriale di bellezza e cultura che rappresentò per Pescara nel dopoguerra.
Si parte GIOVEDì 25 luglio con l’Anfitrione di Plauto, una coproduzione EMP in prima nazionale (posto unico 20 euro, ridotto 10). Protagonisti saranno Debora Caprioglio e Franco Oppini con Tonino TostoBarbara Bovoli e la partecipazione straordinaria di Enzo Casertano. “La trama si complica, si contorce, si arrovella – dichiara il regista Livio Galassi – fino al più esilarante, inestricabile, parossismo che solo il deus ex machina riuscirà felicemente a dipanare”. 
“Voglio esprimere il mio pieno sostegno verso l’Ente manifestazioni pescaresi – afferma il sindaco Carlo Masci – ottimamente diretto da Angelo Valori e dal suo cda. Il Comune appoggia le sue iniziative, che mettono insieme, nel segno della qualità, arte, cultura, intrattenimento. L’Ente si conferma un fiore all’occhiello della cultura regionale e non solo”.
SABATO 27 spazio a Le parole Note con Giancarlo Giannini, pronto per il suo originale recital tra letteratura e musica. “È una primizia per Pescara e per l’Abruzzo”, aggiunge Angelo ValoriIn scaletta, poesie di Pablo Neruda, Garcia Lorca, Marquez, Angiolieri, Salinas. Sul palco anche il quartetto del sassofonista Marco Zurzolo. Biglietti 25 euro primo settore, 20 o 15 secondo settore.
Ad agosto è poi in programma una sei giorni NO STOP – dal 2 al 7 – che mette insieme Moby Dick, il Mercante di Venezia, un’opera finalista del Premio Pulitzer e Pirandello. 
VENERDì 2, liberamente ispirato all’opera di Melville (appunto Moby Dick) andrà in scena una produzione dell’EMP in esclusiva nazionale, che celebrerà il bicentenario della nascita del noto scrittore statunitense (nato il primo agosto 1819): Come il mare io ti parlo, con Germano D’Aurelio, in arte ‘Nduccio, e Susanna Costaglione. 
“Il nostro Moby Dick focalizza la sua attenzione sui protagonisti, il capitano Achab e Ishmael – dichiara il regista Claudio Di Scanno – il ruolo del primo è affidato ad un attore tradizionalmente comico, come Germano D’Aurelio. Ho scelto poi Susanna Costaglione per la sua forte personalità artistica consona ai registri della tragedia. Accanto a loro dei giovani attori che rappresentano la ciurma della baleniera Pequod”. Lo stesso ‘Nduccio ha aggiunto: “La scena teatrale è la mia nuova fidanzata, è una di quelle follie che si compiono ad una certa età. Il teatro non ha niente a che vedere con il cabaret, ci sono altre regole, ma spero di poter dare al meglio il mio contributoPosto unico 20 euro, ridotto 10.
SABATO 3 è la volta del Mercante di Venezia di Shakespeare, regia di Giancarlo Marinelli che dedica lo spettacolo alla memoria di Giorgio Albertazzi. In scena Mariano Rigillo, Romina Mondello, Fabio Sartor e Francesco Maccarinelli. Posto unico 20 euro, ridotto 10.
DOMENICA 4 calcheranno il palco del D’Annunzio Raoul Bova, nei panni di Andy, e Rocío Muñoz Morales, nei panni di Melina. Love Letters, questo il titolo dello spettacolo, è stato finalista al Premio Pulitzer. È un gioco. Un gioco di parole. Un gioco d’amore. Scritto da Gurney. Regia di Veruska Rossi. Biglietti 25 euro primo settore, 20 o 15 secondo settore. “Sono molto contento di portare questo spettacolo a Pescara – dichiara Federico Fiorenza  Bova debutterà al d’Annunzio su un palco davvero prestigioso come quello del PeFest”.
Io e pirandello – di e con Sebastiano Lo Monaco – è atteso per il giorno seguente, LUNEDÌ 5. “È un recital in cui la vita dell’attore siciliano e quella dello scrittore Luigi Pirandello si incontrano, si contaminano, si intrecciano”, si legge nelle note di presentazione. Regia di Salvo Bitonti. Musiche di Dario Arcidiacono. Posto unico 20 euro, ridotto 10.
Per MARTEDì 6 è invece in programma l’omaggio a Billie Holiday, regia di Arsen Ostojic. Lo spettacolo, un atto unico di poco più di un’ora, si svolge in un bar della 52esima strada di New York, salvo l’ultima scena, in cui la protagonista canta sul palco della Carnegie Hall. In scena: Ksenija Prohaska, Daniele Ciglia, Fabio D’Onofrio. Una produzione Florian Metateatro – Centro di Produzione Teatrale, in collaborazione con il Teatro Nazionale Croato di Spalato. Posto unico 20 euro, ridotto 10.
MERCOLEDì 7 andrà in scena Il canto dell’usignolo, una breve favola di Lessing. Gli interpreti, Glauco Mauri e Roberto Sturno, accompagnati dalle musiche composte ed eseguite in scena da Giovanni Zappalorto, sono i protagonisti della serata che, attraverso la poesia dei brani tratti da opere come Enrico V, Giulio Cesare, La Tempesta, danno voce alle immortali opere di Shakespeare. Posto unico 20 euro, ridotto 10.
Dopo Ferragosto, infine, SABATO 17, spazio a A ruota libera (una produzione Nuovo Teatro). Significativo il titolo, che rimanda ad una chiacchierata senza freni sulla vita, sul cinema, sullo spettacolo e sui mille aneddoti vissuti dai protagonisti tra arte e vita, realtà e finzione. I protagonisti sono Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Giovanni Veronesi. Biglietti 25 euro primo settore, 20 o 15 secondo settore.
Previsto un abbonamento ai nove spettacoli a 140 euro (primo settore) o 75 euro (secondo settore). Biglietti in vendita online su CiaoTickets e nelle tabaccherie convenzionate o nelle biglietterie del teatro. Orari: 10-13 e 17-19.30. Sono attivi anche gli info-point di piazza Salotto e dell’aeroporto. La sera stessa dello spettacolo, il botteghino apre alle 20.30. Per info 393/9055578. Previste riduzioni per studenti universitari, under 25 e over 65.