The news is by your side.

Tensione elettorale a Sulmona, minacciati i candidati di Di Masci. Casini: atto deprecabile

Sulmona. “Apprendiamo da notizie di stampa che potrebbero essere state rivolte minacce e intimidazioni ai danni di alcuni candidati consiglieri nelle liste a sostegno del candidato sindaco Bruno Di Masci. Se i fatti venissero confermati risulterebbe un atto deprecabile e di una gravità inaudita”. Bruno Di MAsciÈ quanto afferma la candidata sindaco Annamaria Casini di concerto con l’intera coalizione ‘”Noi per Sulmona”.  “L’augurio” aggiunge la candidata Casini “é che tutto possa essere chiarito nel più breve tempo possibile e che la verità possa venire a galla in modo da proseguire la campagna elettorale in un clima sereno e caratterizzato da contenuti e programmi per il bene della città.” Intanto le minacce mietono la prima vittima si tratta di Claudia Pietrosanti, candidata consigliere nella lista ‘Bruno Di Masci Sindaco’. L’aspirante consigliere ha giustificato il suo ritiro “per motivi strettamente personali”. Ma dietro la rinuncia pare vi siano motivi più gravi, la giovane avrebbe ricevuto delle intimidazioni su un biglietto lasciato sul parabrezza della sua automobile perché rinunciasse a candidarsi. Anche C.T. nelle ultime ore è stata raggiunta da minacce telefoniche. Ogni episodio intanto è stato già segnalato alle competenti autorità.  I capolista si dicono sdegnati da questi gesti ignobili, con cui si tenta di inquinare il clima della campagna elettorale appena iniziata, mai avvenuti in città, sodalizio di nobile storia che a buon diritto vanta onori e serietà inseriti in una solida tradizione democratica e civile mai messa in discussione. Da questo momento in poi i rappresentanti delle otto liste, interpretando anche i sentimenti del candidato sindaco, auspicano un sincero sforzo corale di tutti i protagonisti di queste elezioni per maturare un dialogo franco, leale e costruttivo tra tutti i candidati in campo e vivere una campagna elettorale serena e seria, alla ricerca delle soluzioni migliori per il bene comune. I responsabili della lista interessata sarebbero, inoltre, orientati a presentare un esposto alla procura del tribunale di Sulmona per far chiarezza su una vicenda che presenta molti lati oscuri. Intanto domani mattina è attesa la pronuncia della commissione elettorale che dovrà decidere se il Movimento 5 Stelle parteciperà o sarà escluso dalle prossime amministrative.