The news is by your side.

Terremoto: Croce Rossa Roseto dona parco giochi a Force

Roseto degli Abruzzi. Un nuovo parco giochi in un’area verde di Force, piccolo comune della provincia di Ascoli Piceno colpito dal terremoto del centro Italia. A donare la struttura alla comunità di Force è il Comitato di Roseto degli Abruzzi della Croce Rossa Italiana, che ha promosso una gara di solidarietà per raccogliere i fondi necessari, iniziativa cui hanno poi aderito anche l’associazione “Brianza 3.0 Monza” e il gruppo Facebook “Sei di Monza se…”. Sabato 17 giugno, alle 15, a Force, taglio del nastro del nuovo parco. Saranno presenti, tra gli altri, il presidente del Comitato di Roseto della Cri, Enrica Colagrande, insieme ad alcuni delegati e a una rappresentanza di volontari, il presidente del Comitato dei Sibillini della Cri, Valeria Corbelli, con i suoi volontari, e il sindaco di Force, Augusto Curti, oltre ai cittadini e ai veri protagonisti della giornata, cioè i bambini del paese. Nel parco sono stati sistemati uno scivolo, un’altalena, una casetta, un cavallo a dondolo e una struttura d’arrampicata. Materiale acquistato interamente con i soldi raccolti dalla Croce Rossa Italiana di Roseto ­

il Comitato comprende le unità territoriali di Silvi, Atri e della Val Fino, oltre a quella di Roseto ­ dall’associazione e dal gruppo Facebook. Si è deciso di destinare le risorse raccolte proprio al comune di Force per la realizzazione di un parco giochi perché i volontari abruzzesi, dopo la scossa di magnitudo 6.5 dello scorso 30 ottobre, hanno trascorso due settimane nel paese dell’Ascolano, fornendo assistenza e supporto costante. “Insieme ai volontari ­ afferma il presidente della Cri di Roseto, Enrica Colagrande ­ abbiamo deciso di destinare le risorse raccolte a Force: proprio lì molti di noi sono rimasti per due settimane. Indimenticabili i momenti passati insieme ai bambini del paese, alle loro famiglie e a tutti i loro concittadini. Quando siamo ripartiti da lì, avevamo promesso ai nostri amici che non li avremmo abbandonati. Lasciare qualcosa di tangibile, come un parco giochi, ci è sembrato il modo migliore per mantenere la promessa. L’auspicio è che quest’area attrezzata, partendo dalle piccole cose, possa contribuire a far riconquistare quella serenità di cui gli abitanti di Force hanno bisogno”.