The news is by your side.

Catastrofi e gestione sanitaria delle maxi emergenze, cosa è cambiato a 10 anni dal terremoto dell’Aquila?

L’Aquila.Nuove teorie ed esperienze mediche nella gestione sanitaria della maxiemergenza”

 E’ questo il titolo dell’autorevole tavola rotonda in programma sabato 6 aprile 2019 a L’Aquila, nell’aula sindacale della Uil in via Saragat a Campo di Pile, a partire dalle 8.30. Un evento promosso dalla Uil Fpl (federazione poteri locali) per aprire un dibattito costruttivo sia sulle nuove tecniche e le nuove teorie in merito alla gestione della maxi-emergenza in caso di catastrofi naturali alla luce dell’esperienza maturata, sia per creare un modello condiviso per la prevenzione e la corretta gestione dell’emergenza sanitaria in tali situazioni.

Numerosi gli ospiti che interverranno

Per il mondo sindacale e istituzionale porteranno i saluti Michelangelo Librandi, segretario generale Uil Fpl, Antonio Foccillo, segretario nazionale Uil, Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, Fabrizio Truono, segretario generale Uil Cst Adriatica Gran Sasso, Giuseppe De Angelis, segretario regionale Uil Fpl Abruzzo, Antonio Ginnetti, segretario provinciale Uil Fpl, Luigi Di Donato, segretario Fenealuil L’Aquila-Teramo, e Pierluigi Biondi, sindaco di L’Aquila. È stato invitato anche Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo. L’attrice Franca Di Cicco reciterà il brano “Tormento”.

emergenza terremoto infermieri

Il mondo medico e scientifico sarà rappresentato dai dottori Emiliano Petrucci, Barbara Pizzi, Tullio Pozone e Simone Selvaggio

i quali interverranno su questi temi: “La fase di impatto della catastrofe: quando anche le strutture strategiche di soccorso sono colpite. La realtà dell’Ospedale de L’Aquila nella notte del 6 Aprile 2009”, “La maxi-emergenza: soccorso, evacuazione e centralizzazione delle vittime”, “L’emergenza sisma nel Centro Italia: l’esperienza diretta sul campo”, “Il Piano di Emergenza per il massiccio afflusso di feriti: limiti e reale applicabilità”, “Maxi-emergenze, catastrofi naturali e dolore post-traumatico”, “Le nuova tecnologie sanitaria e la gestione delle catastrofi naturali”, “La prevenzione ed educazione civica in caso di catastrofi naturali”, “La diffusione della cultura del soccorso”, “Il progetto SmartSave”, “La creazione della rete di soccorso attraverso la tecnologia”.

“Questo appuntamento – commenta Antonio Ginnetti, segretario provinciale Uil Fpl – è stato pensato per mandare un messaggio chiaro alle istituzioni: puntare sulla prevenzione è decisivo, in una regione a forte rischio sismico come la nostra, così come la messa in sicurezza del territorio: garantisce l’incolumità di chi vi abita ed è una scelta utile anche a rilanciare l’economia”. La partecipazione all’evento dà diritto, previa registrazione, a 9 credici Ecm.

Foto: Infermieristicamente.net