The news is by your side.

#Terremoto, scuola donata da Ikea: taglio del nastro a Crognaleto, struttura ecosostenibile e totalmente antisismica

Crognaleto. Una struttura ecosostenibile e totalmente antisismica, nel cuore del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga: è la nuova scuola ‘Alfredo Quaranta’ di Crognaleto, piccolo comune abruzzese duramente colpito dal terremoto e dal maltempo. Realizzato e donato da Ikea, il nuovo complesso comprende scuola dell’ infanzia, primaria e secondaria di primo grado ed ospiterà gli oltre 60 studenti del territorio comunale. Le due scuole del paese, infatti, sono entrambi inagibili in seguito ai terremoti di agosto e gennaio. Oggi il taglio del nastro del nuovo istituto. Alla cerimonia inaugurale hanno preso parte, tra gli altri, il sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri, Maria Elena Boschi, il sottosegretario all’Istruzione, Vito De Filippo, l’amministratore delegato di Ikea Italia, Bélen Frau, il consigliere d’Ambasciata di Svezia, Cristina Kvist, il sindaco Giuseppe D’Alonzo. A tagliare il nastro i bambini e i ragazzi di Crognaleto che, con il lancio di palloncini gialli e blu, hanno aperto ufficialmente le nuove aule, accompagnati dall’Inno di Mameli eseguito dal coro dell’istituto comprensivo. La scuola, 325 metri quadrati, costata mezzo milione di euro, è stata costruita in tempi record a Nerito di Crognaleto, comune che conta 21 frazioni e ospita 1.325 abitanti. Il sisma e l’emergenza maltempo di gennaio hanno determinato un danno al patrimonio pubblico e privato che va ben oltre il 60% degli edifici. Il nuovo complesso è stato costruito non solo grazie al contributo di Inter Ikea System, ma anche grazie ai circa 7.000 collaboratori di Ikea in Italia, che hanno richiesto all’azienda di investire le risorse destinate al regalo di Natale per dare un aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto. Due i volumi della struttura che si distinguono per colori e dimensioni, entrambi raccolti da una recinzione pensata come icona del progetto: il primo, in legno a vista, si apre con due grandi vetrate sul parco e il giardino d’inverno; il secondo, più raccolto, è interamente intonacato. L’edificio richiama nello stile le strutture svedesi.

La nuova scuola antisismica guarda anche alla natura del Parco nazionale, non solo nell’utilizzo di materiali, ma anche nella scelta volumetrica e nello studio delle viste sul panorama. L’edificio, una struttura in legno lamellare certificato prodotta dalla società Subissati, azienda che opera nel settore della costruzione di case in legno, rientra nei parametri dell’edilizia sostenibile grazie alla classe A4 Energia quasi Zero e all’utilizzo di materiali ecocompatibili. Innumerevoli i vantaggi: elevata qualità abitativa, riduzione dei consumi per il riscaldamento invernale e per il raffrescamento estivo, riduzione dell’inquinamento nella produzione dei materiali utilizzati, rapidità di esecuzione e certezza dei costi di costruzione, durabilità e garanzia di mantenere inalterate nel tempo le caratteristiche strutturali del legno lamellare trattato. Inoltre, la prestazione sismica della Classe IV permette di inquadrare la scuola tra le ‘Costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti, anche con riferimento alla gestione della protezione civile in caso di calamità’. Il progetto della nuova scuola di Crognaleto si aggiunge agli altri interventi che Ikea ha messo in campo a sostegno delle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma. Impegno che proseguirà anche nei prossimi mesi con altre due iniziative: la prima a supporto della costruzione di 12 unità abitative a Bolognola (Macerata) e la seconda per l’arredamento di 14 appartamenti, a Civitanova Marche, destinati alle famiglie sfollate. All’inaugurazione hanno partecipato anche il deputato Giulio Sottanelli, il presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Giuseppe Di Pangrazio, il sindaco Giuseppe D’Alonzo, oltre alle autorità civili, religiose e militari.