The news is by your side.

Torna Azzurri in vetta a Roccaraso, sfilata di big azzurri. Berlusconi telefonerà

Roccaraso. Come da tradizione torna la kermesse di Forza Italia a Roccaraso e i big della politica accorrono per incontrarsi, discutere e farsi fotografare. Quello che ormai è diventato un appuntamento fisso sull’agenda dei forzisti potrebbe essere messo a rischio quest’anno dalla neve. La due giorni, infatti, è arrivata insieme alla perturbazione che minaccia di far arrivare diversi centimetri di neve sull’Abruzzo. Ma gli azzurri in vetta non hanno paura, anzi, hanno deciso di anticipare tutti gli interventi a oggi e sono già pronti per dire la loro nella sala consiliare del Comune di Roccaraso – che non a caso è azzurra – e aprire dei fronti in vista delle prossime elezioni comunali in Abruzzo e non solo. Si partirà alle 11 con il saluto del coordinatore regionale Nazzario Pagano. Subito intorno a una tavola si ritroveranno a parlare di “La sinistra al governo della regione Abruzzo: meno sanità, meno trasporti. Più tasse, più disoccupazione” a senatrice Paola Pelino, dei consiglieri regionali Gianni Chiodi, Paolo Gatti, Lorenzo Sospiri ed Emilio Iampieri, dei coordinatori provinciali Antonella Di Nino (L’Aquila), Vincent Fanini (Teramo), Carlo Masci (Pescara), Daniele D’Amario (Chieti), dei sindaci Maurizio Brucchi di Teramo e Tiziana Magnacca di San Salvo, facenti anche parte del coordinamento regionale forzista assieme a Luigi La Civita (capogruppo al Comune di Sulmona). Rappresentanti di una destra dalle mille sfaccettature che ha visto negli ultimi mesi il presidente emerito vicino al movimento Idea di Quagliariello che non è riuscito a portare con se l’amico di sempre, Filippo Piccone, grande assente della kermesse. Nonostante la sua adesione al Nuovo centrodestra in molti pensavano che si sarebbe fatto vedere sulle montagne abruzzesi, invece ha preferito non portare il suo contributo come del resto molti altri dell’Ncd. La giornata andrà avanti con riflessioni dedicate a giovani, confronti sulla politica regionale con il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato, e poi la sfida delle elezioni di primavera con molti big della politica nazionale tra cui Marcello Fiori, Alessandro Cattaneo, Remigio Forza ItaliaCeroni, Altero Matteoli, Marco Stella, Domenico De Siano, Paolo Gatti, Galeazzo Bignami. Arriverà a Roccaraso anche il sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio, per discutere con Matteoli del futuro del territorio marsicano. Ci sarà poi un confronto su “Immigrazione, reato di clandestinità, chiusura delle frontiere: il ruolo del PPE in Europa”
con Antonio Tajani, Aldo Patriciello, Salvatore Cicu, Massimiliano Salini, Claudio Fazzone, Jole Santelli, Emilio Iampieri e l’ultimo della giornata su “Paesi europei al voto: sconfitta della Sinistra. Quale centrodestra in Italia per la vittoria dei moderati?” al quale prenderanno parte Giovanni Toti, Antonio Tajani, Marco Marin, Annamaria Bernini, Mara Carfagna, Catia Polidori, Stefano Caldoro, Gianni Chiodi e  Paolo Romani. E per concludere l’immancabile telefonata di Silvio Berlusconi e poi esibizione finale del tenore Piero Mazzocchetti. “I
l Centro Funzionale della Protezione Civile regionale prevede per la giornata di domenica condizioni meteo che sconsigliano la prosecuzione delle attività di “Azzurri in Vetta” per la mattinata dello stesso giorno a Roccaraso”, hanno spiegato da Forza Italia, “pertanto, in accordo con le autorità locali e sentiti i vertici nazionali di Forza Italia, è stato deciso di chiudere la manifestazione “Azzurri in Vetta” nella serata di sabato 16 gennaio, con la telefonata del Presidente Silvio Berlusconi prevista alle ore 20. Il programma dell’intera giornata di sabato rimane invariato, mentre gli eventi previsti per la mattinata di domenica sono stati anticipati”.