The news is by your side.

Tornano a salire i contagi, zona arancione sempre più lontana. Aumentano anche le terapie intensive

Pescara. Dopo l’arresto dei contagi nella giornata di domenica, con un rapporto tra numero di tamponi e positivi crollato al 9.9%, oggi i dati mostrano una nuova impennata, con un rapporto che arriva al 13.2%, il più alto da una settimana a questa parte. Tornano a salire anche le terapie intensive che sono attualmente 76, circa il 42% del totale disponibile in Abruzzo, quando la soglia di allerta è del 30%.  Cresce anche il numero dei ricoverati (+55 in due giorni). E’ in salita, quindi,  anche la corsa verso la riapertura  e il ritorno dell’Abruzzo  alla zona arancione. I valori di questi giorni sono quelli che saranno presi  in esame dal Governo per decidere il destino della regione. 

Sono complessivamente 28024 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 556 nuovi casi (di età compresa tra 4 mesi e 95 anni). Il totale risulta inferiore di una unità, in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato duplicato. Del totale dei casi positivi, 8967 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+115 rispetto a ieri), 5.363 in provincia di Chieti (+141), 5.674 in provincia di Pescara (+33), 7.542 in provincia di Teramo (+232), 246 fuori regione (+6) e 232 (+28) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 76, di cui 18 in provincia dell’Aquila, 1 in provincia di Pescara, 17 in provincia di Chieti e 40 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 7 nuovi casi e sale a 893 (di età compresa tra 71 e 89 anni, 2 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Teramo e 1 in provincia di Chieti).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 8939 dimessi/guariti (+396 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 18192 (+152 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 411685 test (+4184 rispetto a ieri). 714 pazienti (+55* rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva – * nel totale odierno sono compresi 29 ricoveri riferiti alla giornata di domenica e non inseriti nel report di ieri; 76 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 17402 (+96 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.