The news is by your side.

Tornano attive le sale operatorie all’ospedale di Pescara, conclusa ispezione delle auto sommerse

Esclusa presenza di corpi. Torna attiva farmacia, cucina verrà sanificata

Pescara. Tornano pienamente operative le sale operatorie dell’ospedale di Pescara, così come la farmacia, fuori uso a causa degli allagamenti causati dal nubifragio che si è abbattuto sulla città. La cucina ha bisogno di interventi di sanificazione e in serata verranno serviti pasti freddi, ma da domani la situazione tornerà alla normalità. Lo conferma il dg della Asl di Pescara, Armando Mancini.

Come raccontato da AbruzzoLive, a seguito del violento nubifragio che ha colpito l’Abruzzo, è entrata in azione una squadra di sommozzatori a causa di una ventina di automobili sommerse, da circa 2 metri d’acqua, nel parcheggio dell’ospedale del capoluogo adriatico.

La prima ispezione sulle auto sommerse al parcheggio dell’ospedale di Pescara ha dato esito negativo. Sei, delle 40 auto presenti, sono chiuse ed è stato possibile effettuare solo una verifica esterna con le torce. Considerato che l’acqua è molto torbida, una nuova ispezione verrà eseguita quando le idrovore finiranno di liberare la struttura. “Al momento sembra però esclusa la presenza di corpi”, è quanto confermato dall’agenzia Ansa in merito alle dichiarazioni dei Carabinieri Subacquei appena usciti dall’acqua e il comandante provinciale dell’Arma Marco Riscaldati.