The news is by your side.

Tornareccio Regina di miele, Pepe: miele simbolo di identità territoriale con 45 mila alveari

Pescara. Circa 45 mila alveari, 600 produttori, 5 milioni di euro il fatturato. Sono i numeri dell’apicoltura abruzzese ricordati a Pescara, in Regione, dall’assessore alle Politiche agricole, Dino Pepe, in occasione della conferenza stampa di presentazione della 13esima edizione della rassegna “Tornareccio Regina di miele”, mostra mercato del miele e dei prodotti tipici in programma sabato 26 e domenica 27 proprio a Tornareccio. miele“Da produzione di nicchia” ha commentato Pepe “quella del miele è ormai diventata per Tornareccio un simbolo forte di identità territoriale. Non è affatto un caso se la recente rassegna di Castel San Pietro Terme, in Emilia Romagna, la più importante del settore” ha proseguito Pepe “abbia incoronato l’azienda di Luca Finocchio di Tornareccio con la targa delle tre gocce d’oro che rappresentano il massimo riconoscimento a livello nazionale per le produzioni apistiche”. L’assessore Pepe, inoltre, ne ha approfittato anche per ricordare la “particolare attenzione che il governo regionale sta riservando al settore dell’apicoltura. Una vicinanza testimoniata anche dal recente bando da oltre 260 mila euro che punta su formazione tecnica, sostegno per l’acquisto di arnie ed attrezzature e contributi per il ripopolamento del patrimonio apicolo”. Madrina dell’evento di Tornareccio sarà l’attrice e conduttrice televisiva, Gaia de Laurentiis, che sarà presente nella giornata di domenica ed affiancherà lo chef stellato Peppino Tinari in un cooking show in cui il miele sarà abbinato a gustose creazioni culinarie. Inoltre, tra convegni, street food, corsi di degustazione, stand (39 gli espositori previsti) e momenti di teatro, in cui, neanche a dirlo, sara’ protagonista il miele, trovera’ spazio anche la presentazione di un nuovo dolce a base di miele: le pietre di Pallano, realizzato dalla cooperativa Gaia. All’odierna conferenza stampa di presentazione dell’evento sono intervenuti il sindaco di Tornareccio, Remo Fioriti, ed il rappresentante di Slow Food Abruzzo, Eliodoro D’Orazio. Si punta a superare le 14 mila presenze della scorsa edizione.