The news is by your side.

Tribunali, Chiavaroli: ragionare nell’ottica dell’accorpamento, occorre accordo tra Avezzano e Sulmona

Sulmona. ”Il governo ha fatto un grande sforzo e ha concesso all’Abruzzo ulteriori due anni per lavorare ad una soluzione condivisa e in tutta Italia i tribunali sono stati chiusi. L’Abruzzo ha subito un taglio enorme perché metà dei propri tribunali è stata chiusa. Io sono convinta che se si saprà trovare una soluzione unanime il parlamento e il governo rivedranno questa decisione proprio perché unadecisione abnorme”. Lo ha detto il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli oggi a Sulmona a margine della cerimonia del giuramento degli allievi del 172esimo corso dio polizia penitenziaria. “Non credo però che si possano salvare tutti e quattro i tribunali perché altrimenti si rischia che tutti e quattro vengano chiusi. Mi auguro davvero che il tavolo che la Regione Abruzzo ha istituito possa lavorare e proporre una soluzione tecnicamente sostenibile che garantisca il servizio della giustizia ai cittadini di questi territori e metta d’accordo la politica e che poi la soluzione venga portata a Roma e venga approvata”.

Alla domanda sull’ipotesi  dell’accorpamento tra i tribunali di Sulmona e Avezzano e Lanciano con Vasto il sottosegretario ha precisato: “Credo che bisogna ragionare nell’ottica dell’accorpamento, bisogna lavorare perché sui due territori interessati dalle chiusure si possa trovare un accordo in sinergia per poter comunque mantenere almeno un presidio su ognuno dei territori”.