The news is by your side.
10M

Trovato in casa con armi e coltelli, in manette ex avvocato-detective originario di Roma

L'uomo nel 2014 si scagliò contro un carabiniere durante un posto di blocco

Teramo. L’episodio è analogo a quello del 2014, quando finì in manette a Tortoreto dopo essere stato fermato dai carabinieri a un posto di blocco e contro i quali si scagliò strattonandone uno. Stavolta come allora, nell’abitazione a Campli di Emiliano De Mattheis, ex avvocato-investigatore, 44enne originario di Roma, i militari hanno trovato un arsenale di armi: c’era una pistola calibro 9×21 di fabbricazione brasiliana, con matricola abrasa, una carabina ad aria compressa, un machete, 3 scacciacani prive di tappo rosso, un bastone animato, un taser e tre tra pugnali e coltelli a serramanico.

L’uomo tra l’altro aveva ricevuto il divieto da parte della Prefettura alla detenzione di qualsiasi arma. I militari hanno affidato ai Ris di Roma le Indagini sulla pistola clandestina per scoprirne la provenienza. De Mattheis, che nel 2000 ricevette la croce di bronzo al merito dell’Esercito e nel 2003 coinvolto e arrestato dalla squadra mobile di Pescara nell’ambito di un’operazione su permessi facili e immigrazione, anche nel 2014 fu trovato in possesso di coltelli proibiti e un piccolo quantitativo di droga.

E’ stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Castrogno con le contestazioni di detenzione di arma clandestina, ricettazione e violazione del decreto prefettizio di detenere armi.