The news is by your side.

Trovato morto sulla Majella il maresciallo Cicone, quarta vittima in pochi giorni sulle montagne abruzzesi

Sulmona. È stato ritrovato morto l’escursionista che risultava disperso sul versante aquilano della Majella. Si tratta del maresciallo Fabio Cicone, 50 anni,  in servizio a Castel di Sangro, fratello del comandante della stazione di Carsoli.

All’inizio si pensava fossero due le persone disperse, ma nel corso delle indagini e delle ricerche si è appurato che l’escursionista era da solo. Il suo corpo è stato avvistato in fondo a un canalone; sul posto sono impegnati i tecnici del Soccorso Alpino e speleologico Abruzzo (Cnsas), in collaborazione con l’elisoccorso del 118 di Pescara.

Si attende l’arrivo dei sostituti procuratori del tribunale di Sulmona Stefano Iafolla e Aura
Scarsella. La segnalazione era partita dai Carabinieri dopo il ritrovamento di un’auto in località Fonte Romana, nei pressi di Pacentro. Successivamente si è scoperto che l’auto apparteneva al carabiniere e che l’amico con cui quest’ultimo era solito andare in montagna era, in realtà, rimasto a casa.