The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Tuffo nei colorati anni ’70 con gli Abbadream che hanno fatto ballare il pubblico di Pescara (gallery)

Pescara. Quei favolosi anni ’70, dorati dal punto di vista musicale, perché ci hanno consegnato la frizzante eredità degli Abba, il più famoso gruppo svedese della storia.

Ieri sera, al teatro Massimo di Pescara, si sono esibiti gli Abbadream, una delle cover band italiane più talentuose, in tour nella penisola.

Uno show di qualità, aperto dal brano “Waterloo”, passando per “Gimme gimme gimme”, “Fernando”, “Dancing queen”, “Mamma mia”, “Money money money”, “Knowing me knowing you”, fino alla dolce “Chiquitita”, i cui proventi furono devoluti all’Unicef. E solo per citare le canzoni più note.

Tra un velocissimo cambio d’abito di scena e una cintura “birichina” che voleva sempre sganciarsi, Susanna Pellegrini (Suzanne Lothar – voce), affiancata da Billie Blondie- voce, Antonio Gori (Goram Gründig – chitarra), Simone Giusti (Zïmeon Oktögon – tastiere), Alessandro Nottoli (Alexander Basiktnïngsman – basso), Michele Grazzini (Mikail Trümma – batteria), hanno offerto una performance molto apprezzata dal pubblico, con cui le ragazze hanno anche giocato, fino a coinvolgere sul palco uno spettatore, Claudio, nei panni del Fernando-marinaio protagonista dell’omonimo pezzo.

Piu di due ore di esibizione, terminata con il classico bis e la sala tutta in piedi a ballare.