The news is by your side.

Tutti contro Testa, Acerbo (Rifondazione Comunista): direttore Asl 1 dovrebbe dimettersi per intimidazione a giornalisti

Pescara. “Il direttore generale dell’Asl dell’Aquila dovrebbe dimettersi invece di fare intimidazione nei confronti dei giornalisti e degli organi d’informazione che hanno raccontato l’emergenza covid – afferma Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista”.

“Ricordiamo che il Direttore ha già assunto la decisione di aprire procedimenti contro i dipendenti della Asl che hanno denunciato il degrado in cui sono costretti a operare. E’ vergognoso che il presidente della Regione Marsilio e l’assessore Verì consentano al Direttore Generale di minacciare denunce contro chi racconta la realtà del disastro della sanità nell’aquilano”.

“I populisti quando governano vogliono tappare la bocca al popolo per nascondere la loro incapacità? Come denunciato dalla stessa Cgil Avezzano è diventata un caso nazionale per lo stato indecente in cui era costretto a operare il personale sanitario e il conseguente stato di incuria dei pazienti ricoverati. Rifondazione Comunista chiede le dimissioni del Direttore Generale dell’Asl dell’Aquila”.