The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Ultima gara in casa per il Pescara Calcio, Zeman: spero la squadra saluti bene tifosi contro il Palemo

Pescara. Penultima conferenza stampa stagionale per il tecnico del Pescara Zdenek Zeman che questa mattina, presso il centro sportivo Poggio degli Ulivi ha incontrato la stampa. Domani sera è in programma il posticipo (oggi il capoluogo adriatico ospita il 65/o Raduno Nazionale dei Bersaglieri) della gara con il Palermo. Sarà il mesto arrivederci della squadra ai tifosi di casa. “Sto combattendo dall’inizio per trovare una formazione che mi regali le maggiori rassicurazioni. Tra infortuni vari e contrattempi, comunque ho fatto scendere in campo 25 calciatori in 12 gare. Purtroppo visti i risultati non ho evidentemente indovinato quella giusta. Abbiamo fatto delle buone partite, ma ci mancava sempre qualcosa sia nella convinzione sia nella conoscenza del gioco”. Sugli stimoli di una squadra ormai retrocessa, il boemo ha poi detto:

“Io mi auguro che nell’ultima partita in casa facciano bene. Non credo che i giocatori vogliano chiudere la stagione con i fischi. Il Palermo? Oggi non ha una guida, nell’organico, che possa trascinare la squadra come negli anni di Cavani, Lavezzi e lo stesso Dybala. Oggi il Palermo non ha questi giocatori, o alcuni simili. Palermo? Sono molto legato al Palermo, con Zamparini ci siamo sempre sentiti, ma non si è mai chiuso un accordo. Con i rosanero negli ultimi anni ci siamo sentiti diverse volte”. Tornando al Pescara, Zeman, ha poi aggiunto guardando al futuro: “C’è bisogno di costruire una squadra che abbia una logica. Qui c’è confusione. A Crotone, per esempio, c’è stata una reazione diversa. Loro a gennaio hanno cambiato poco. Investimenti? Non credo che sia una questione di soldi. I soldi non fanno i risultati. Ci vuole organizzazione”. Sulle parole di Bortoluzzi, tecnico rosanero che ha speso belle parole per Zeman, il diretto interessato ha risposto: “Sono contento. Fa sempre piacere ricevere dei complimenti”. Per la gara di domani, oltre a Benali, squalificato, mancheranno Pepe, Bruno, Crescenzi, Kastanos (che domani rientrerà a Torino), Vitturini.