The news is by your side.

Una copia della Costituzione ad ogni neo diciottenne, l’iniziativa del Comune di Giulianova

Giulianova. Il Comune di Giulianova invierà ai diciottenni giuliesi una copia della Costituzione ed una video lezione sui  principi fondamentali della Carta Costituzionale.  L’8 novembre scorso l’Amministrazione Costantini, avallando la proposta dell’Assessore alla Democrazia Partecipata Lidia Albani, con delibera di Giunta, ha istituito il Battesimo Civico per tutti coloro che hanno appena compiuto o si apprestano a compiere la maggiore età nell’anno in corso, al fine di coinvolgerli nella vita sociale e politica, dando seguito agli impegni programmatici nazionali assunti in sede Europea dall’Italia sulle politiche giovanili.

La cerimonia del Battesimo Civico avrebbe dovuto avere luogo in questi giorni, in occasione della Festa della Repubblica, ma, data l’emergenza sanitaria ancora in atto che rende impossibile lo svolgimento di qualsiasi genere di incontro pubblico istituzionale che inevitabilmente comporti assembramenti, l’Amministrazione intende comunque dare seguito all’impegno civico assunto, procedendo all’invio di materiale informativo sulla Costituzione Italiana. Nei prossimi giorni, infatti, tutti i giovani giuliesi, entrati da poco nella maggiore età o che si apprestino a raggiungerla, riceveranno a casa una copia della Costituzione ed un dvd contenente il saluto del Sindaco Jwan Costantini e dell’Assessore Lidia Albani, con una video lezione sui principi fondamentali della Carta Costituzionale, a cura del Professor Carlo Di Marco, docente di Diritto Pubblico all’Università degli Studi di Teramo.

“Con il raggiungimento di questo importante traguardo anagrafico si ottiene il conferimento della piena cittadinanza ed i giovani assumono diritti specifici, diventando protagonisti attivi della comunità – dichiara l’Assessore Albani –  in questi giorni avremmo voluto incontrare i ragazzi per un momento istituzionale di grande rilevanza ma l’emergenza sanitaria non lo ha reso possibile. Vogliamo, comunque, celebrare la loro entrata nella società civile con un semplice gesto che lasci un segno tangibile di questo passaggio, raggiungendoli direttamente nelle loro case ed aiutandoli a conoscere più da vicino i principi fondamentali della nostra Costituzione”