The news is by your side.
10M
10D

Usura e truffa: raffica di arresti nel teramano. Quattro persone in manette con l’accusa di estorsione aggravata

Teramo. Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Giulianova e della Stazione di Pineto in flagranza di reato con le accuse di estorsione aggravata in concorso con l’uso delle armi. In manette sono finiti: A. F., 34 anni di San Giovanni Teatino; A. T. (28) di Pescara, A. C. (22) di Montesilvano e F. S. (37) di Pescara. A. F. trovato in possesso di un coltello, deve anche rispondere di porto abusivo di coltello di genere proibito. Per i quattro, rinchiusi nel carcere di Castrogno di Teramo, domani in Tribunale ci sarà l’udienza di convalida.

La storia è quella di un meccanico 25enne di Pineto che, bisognoso di soldi, si è rivolto ad un giovane di Giulianova che lo ha poi indirizzato al 37enne pescarese F. S., a cui il meccanico ha chiesto una prima volta 3mila euro, restituendo dopo un mese la stessa somma, e poi ricevendo 6mila euro per due volte restituendone 8400, anche con l’aiuto della famiglia. Al terzo prestito di 6mila euro, il meccanico non è riuscito a saldare la somma pattuita di 8400 euro, subendo così minacce, e la richiesta di pagare prima 9mila e poi 13mila euro. Esasperato il giovane meccanico si è rivolto ai carabinieri che hanno organizzato con il 25enne l’incontro ieri sera a Pineto dove il meccanico si è presentato solo con 6mila euro, ma anche con i militari che, al momento della consegna del denaro sono intervenuti, arrestando il 37enne e i suoi tre complici.

14M