The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Vertenza Betafence, l’appello dei sindacati: nessuna risposta dal tavolo Mise

I sindacati chiedono a gran voce la salvaguardia dei posti di lavoro

Tortoreto. Si è tenuto ieri in videoconferenza il secondo incontro con l’azienda Betafence al tavolo convocato dal Mise, a distanza di un mese dal primo incontro. Lo comunicano i sindacati Fim, Fiom e Uilm spiegando in una nota che “l’azienda non ha fornito, diversamente dall’impegno preso nel precedente incontro, ulteriori chiarimenti sulla situazione finanziaria e sui motivi che l’hanno portata ad annunciare la chiusura dello stabilimento di Tortoreto, ma ha soltanto evidenziato che nelle ultime due settimane ha perso commesse per un valore di circa 2,1 milioni di euro e sta registrando una forte perdita di fiducia nei clienti”.

Il Mise, precisano i sindacati, “ha dichiarato la sua disponibilità ad aggiornare il tavolo tra 3 settimane per valutare una prima bozza di piano aziendale sottolineando però con forza che non tollererà comportamenti irrispettosi e poco seri o tentativi di utilizzare questo tempo per smantellare lo stabilimento, confidando nella buona fede da parte dell’azienda”. Fim, Fiom e Uilm chiedono all’azienda di chiarire se “ha intenzione di rivedere la posizione di dismissione della maggior parte delle attività sul sito di Tortoreto, riorganizzando le produzioni ma salvaguardando l’occupazione. In attesa del prossimo incontro metteremo in campo tutte le iniziative sindacali di lotta necessarie per la tutela dei lavoratori e delle attività dello stabilimento”.