The news is by your side.
10M
10M 2

Vertice in Prefettura sui problemi della pubblica sicurezza in Provincia dell’Aquila: il plauso di Confesercenti

L’Aquila. La Confesercenti ha risposto prontamente alla convocazione del Prefetto Linardi che, a seguito dei recenti fatti di criminalità verificatisi in provincia verso esercizi commerciali, ha riunito il Tavolo Tecnico di Coordinamento Interforze. Alla riunione, tenutasi ieri in Prefettura, ha partecipato l’imprenditore Mario Antonelli, Presidente della Confesercenti di L’Aquila e Comuni del Cratere. Presenti, con il Prefetto Dott. Giuseppe Linardi, il Dott. Orazio D’Anna, Questore dell’Aquila, il Col. Nazareno Santantonio, Comandante Provinciale dei Carabinieri di L’Aquila  e il Col. Sergio Aloia, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di L’Aquila.

Assieme ai colpi, dei giorni scorsi, nelle gioiellerie di L’Aquila ed Avezzano, si registrano anche quelli, sempre più frequenti, in bar e locali con slot machine. “Non si tratta di fare allarmismi – dichiara il Presidente Antonelli – ma il territorio e le aziende non possono continuare ad essere sotto il mirino dei ladri. La sicurezza per le imprese e gli imprenditori è  una delle priorità che, come Associazioni di Categoria, poniamo sempre all’attenzione delle istituzioni, ribadendo la necessità di confrontarsi in tempi rapidi sul problema sicurezza. Bene ha fatto, quindi, il Prefetto dell’Aquila, a voler focalizzare subito l’attenzione su un problema dilagante e preoccupante”.

La riunione è stata operativa e sono venute dai rappresentanti delle forze dell’ordine presenti importanti rassicurazioni sull’attenzione che verrà riservata al problema. “Da parte nostra – prosegue Antonelli – auspichiamo che si possano mettere in campo misure di rafforzamento della già significativa presenza delle forze dell’ordine e dotare il territorio di efficaci sistemi di videosorveglianza”. “Il mondo delle Imprese – conclude il Presidente di Confesercenti – come già fatto in precedenza, anche con l’ausilio della Camera di Commercio che emanò un apposito bando per la diffusione della videosorveglianza nelle attività commerciali, non si tirerà indietro e farà certamente la sua parte”.