The news is by your side.

Vertice regionale della Lega a Lanciano: infrastrutture strategiche per rilanciare la città

La lega esprimerà un proprio candidato sindaco per le amministrative del 2021

Lanciano. Il vertice regionale della Lega ha illustrato ieri a Lanciano gli aspetti salienti degli investimenti delle infrastrutture strategiche, a partire dalla realizzazione della strada di collegamento Lanciano-Val di Sangro, del costo di 97 milioni di euro. Per fine estate parte il terminal bus della Pietrosa finanziato dalla Regione Abruzzo con mezzo milione di euro. La conferenza stampa, alla quale erano presenti tra gli altri, l’onorevole Luigi D’Eramo, segretario regionale Lega, Emanuele Imprudente, vice presidente della Regione e commissario provinciale Lega di Chieti, Nicola Campitelli, assessore regionale all’Urbanistica, è stata l’occasione per annunciare che la Lega esprimerà un proprio candidato sindaco per le amministrative 2021 di Lanciano.

“La politica della Lega è investire in infrastrutture nel rispetto dell’ambiente, ma dobbiamo andare incontro alle imprese e alla mobilità sostenibile”, è stato detto nei vari interventi, “Lanciano, baricentrica nel territorio, in 10 anni ha perso il suo ruolo a causa della politica miope del centrosinistra e dobbiamo ridare alla città il giusto peso, rispetto al suo territorio, dalla costa alle aree interne”.

“Abbiamo sempre denunciato la cecità del Pd in due città importanti quali Lanciano e Vasto”, ha aggiunto D’Eramo, “attivare una serie di interventi rappresenterebbe un moltiplicatore economico per le tante realtà produttive. Non ci può essere sviluppo economico, occupazione, rilancio se alla base non ci sono servizi. Un territorio che non riesce garantire i servizi minimi, l’arrivo di merci e persone, è destinato a morire”.