The news is by your side.

Viabilità, tutti i lavori della Provincia dell’Aquila nel 2018: investiti più di 28 milioni di euro

L’Aquila. La Provincia dell’Aquila tira le somme dell’attività svolta nel settore della viabilità nel corso del 2018 e i dati, appena trasmessi al settore della ragioneria generale dell’Ente, attestano una crescita degli investimenti grazie al lavoro di programmazione svolto dalla commissione e l’amministrazione guidata da Angelo Caruso.

In particolare si evidenzia che a fronte dei 1.643,26 chilometri di strade tra provinciali e regionali, di propria competenza, nel corso del 2018 si è provveduto alla predisposizione di tutti gli atti necessari a espletare le gare di appalto in tempo utile per consentire, secondo i termini di legge, la consegna e l’esecuzione dei lavori previsti nonché a curare i procedimenti espropriativi tesi all’acquisizione di beni privati da trasformare in opere pubbliche; in totale sono stati predisposti atti che hanno movimentato investimenti per oltre 28.126.571 euro.

Inoltre, nel corso dell’anno 2018, si è provveduto all’istruttoria, predisposizione e controllo delle concessioni relative al patrimonio provinciale (358) e relative alla pubblicità sulla viabilità (35) e ai trasporti eccezionali (630). Per quanto concerne la gestione ordinaria e straordinaria del parco mezzi in dotazione è stato dato mandato al settore della viabilità di adottare gli atti necessari alla rottamazione di 36 autovetture e nel contempo attivate tutte le procedure per la sostituzione delle medesime.

“L’impegno assunto da questa amministrazione è tangibile e concreto” dichiara il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso “e per questo devo ringraziare la commissione e il presidente della commissione viabilità e consigliere delegato, Gianluca Alfonsi, i consiglieri delegati per area, Mauro Tirabassi e Pierluigi Del Signore ma soprattutto il settore della viabilità e il dirigente, ingegner Nicolino D’Amico, che ha dato nuova vitalità e impulso a un settore di vitale importanza per le municipalità e i cittadini dei territori. Le opere iniziate e quelle programmate nel piano triennale delle opere pubbliche 2019-2021, appena licenziato nel bilancio, sono il frutto di una continuità che deve avere l’obiettivo prioritario di stabilire linee di interesse per i cittadini in termini di sicurezza e percorribilità della rete viaria ma, nel contempo, agire quale vettore di rilancio e valorizzazione delle aree interne” conclude Caruso.