The news is by your side.

Week for future, centinaia di studenti marsicani sfilano tra le vie della città: “le scelte di oggi per un mondo che cambia”

Gli studenti in piazza: "cos'è perdere un giorno di scuola rispetto a perdere il proprio pianeta?"

L’Aquila. Centinaia di studenti marsicani sfilano tra le vie della città per “Week For Future”, la manifestazione-evento volta alla salvaguardia del futuro del pianeta. Questa mattina tantissimi studenti avezzanesi si sono dati appuntamento alla stazione di Avezzano per formare un corteo che sta facendo in questi minuti il giro della città.

Cortei con striscioni, cartelloni e ancora cori e chitarre, in piazza Risorgimento, per sensibilizzare e risvegliare le coscienze, soprattutto tra i più giovani, e per richiamare l’attenzione sui temi ambientali dell’inquinamento e contro l’uso della plastica.

“Make earth great again” e “Come Calcutta preferirei del verde tutt’intorno” sono solo alcuni dei messaggi lanciati dai ragazzi che stanno esponendo tra le vie di Avezzano. Il problema dell’inquinamento e della plastica non è solo un tema che coinvolge e riguarda l’Italia. Gli studenti dei licei hanno voluto sottolineare la situazione che coinvolge l’Amazzonia: “brucia la nostra casa di carta”.

Non solo Avezzano: oggi in Abruzzo scendono in piazza tantissime scuole del capoluogo e ben 160 in tutt’Italia. I giovani stanno rispondendo alla chiamata internazionale di mobilitazione per il clima.

Lo sciopero di questa mattina arriva in conclusione della #WeekForFuture, la settimana di manifestazioni per il clima indetta da Fridays For Future in tutto il mondo. La settimana è cominciata lo scorso venerdì, con manifestazioni in 130 paesi nel mondo: secondo gli organizzatori, hanno coinvolto 4 milioni di persone complessivamente.