The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Zazzara in occasione dell’insediamento presidente parco della Maiella: Abruzzo deve essere regione verde d’Europa

Sulmona. “L’Abruzzo deve tornare a essere la regione verde d’Europa. Dobbiamo superare questo metodo di arcipelago di aree vincolate per andare alla formazione di una rete, che non significa qualcosa di teorico, ma significa la formazione di un grande parco, in senso figurato, in cui si possa fare meglio la tutela della biodiversità, della fauna con una valorizzazione di tutte le capacità, di tutte le eccellenze che ci sono, in un quadro generale di compatibilità e sostenibilità”.

Così il neopresidente del Parco nazionale della Maiella, Lucio Zazzara, oggi a Sulmona nel corso della cerimonia del suo insediamento alla guida dell’area protetta che si è tenuta nell’Abbazia celestiniana, prestigiosa sede dell’Ente. Presenti all’evento il presidente della Regione Marco Marsilio, il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri e l’assessore ai Parchi e Riserve Emanuele Imprudente oltre alla responsabile del Polo museale d’Abruzzo del Mibact, Lucia Arbace.

“Personalmente ritengo che tutto quello che il parco farà, lo dovrà fare in regime di collaborazione stretta, sia per la pianificazione che per quanto riguarda la tutela del patrimonio naturalistico, che è e resta la principale mission del parco, perché è un patrimonio assolutamente da condividere e l’unico modo di fare vera tutela. Implementare quindi, i rapporti con il territorio e con i rappresentanti degli enti locali, che hanno interessi molto stretti con le azioni del Parco” ha proseguito Zazzara “questo è un campo in cui abbiamo tanto da fare.

La novità è che dopo alcuni decenni di esistenza del parco, dove alle origini il parco è stato visto come un nemico, un vincolo, un peso imposto sulla vita del territorio, oggi invece comincia a diventare esattamente l’opposto, con i comuni che ci chiedono addirittura di entrare nel parco”.