The news is by your side.

Zona rossa a Villa Caldari, il sindaco di Ortona: decisione necessaria per tutelare la salute dei cittadini

Ortona. “La zona rossa a Villa Caldari è una decisione che serve a tutelare i cittadini, i residenti e tutti coloro che vivono in quelle zone. In questo momento bisogna mettere in campo tutte quelle misure necessarie da una parte a evitare altri contagi e dall’altra a far capire ad ogni costo ai cittadini che bisogna restare a casa. L’azione più importante per debellare il prima possibile questo Coronavirus è quella di far circolare meno persone e la zona rossa in questo senso limiterà i movimenti nella zona di Villa Caldari”. Queste le parole del sindaco di Ortona, Leo Castiglione, dopo l’inserimento della frazione di Villa Caldari nella zona rossa.

Proprio questa mattina, nella sala consiliare del palazzo di città, il primo cittadino ha donato a medici di base, pediatri e veterinari ortonesi che operano sul territorio decine di mascherine ricevute da una azienda locale.

“Per istituire le zone rosse occorrono dei numeri negativi che fanno male. La mia prima richiesta per Ortona risale al 17 marzo e su questo aspetto la Asl, valutando i parametri che sono necessari per poter far scattare la zona rossa, non ritenne opportuno questa istituzione. Dal 17 marzo scorso ad oggi, purtroppo, su Villa Caldari i numeri sono cresciuti in senso negativo, e così ho riproposto la richiesta di zona rossa, che è arrivata” spiega il sindaco. “Oggi siamo davanti a questa nuova situazione che stiamo affrontando con un grande sforzo, ma cercando anche di tranquillizzare i cittadini, sapendo che questa decisione va nella direzione della tutela della salute di tutti noi”.